Pesciolini e balenottere, barchette e bottiglie di vetro galleggiati sul mare, e ancora teste di moro e carretti siciliani, cannoli e ghirigori barocchi. Tutto questo e molto altro è Irene Minissale illustratrice e grafica toscana che, nel 2011 dopo essersi trasferita a Modica per amore, all’interno del suo progetto ‘Fattidisegni’ (https://fattidisegni.com/) ha diretto una linea basata su temi siciliani con tocchi romantici e raffinati. Laureata all’ISIA di Firenze in ‘Design della comunicazione e del prodotto’, Irene ha avuto varie esperienze nel campo dell’Illustrazione e Graphic Design per editoria, moda e comunicazione pubblicitaria. In quest’ultimo settore ha realizzato numerosi visual e layout per importanti campagne pubblicitarie nazionali e internazionali. Presente in diverse mostre e workshop siciliani come Illustramente (Palermo), Abadir (Catania), Farm Cultural Park (Favara), Festiwall (Ragusa) e #Met2b (Marina di Ragusa) dove vince il primo premio con Artificialia, opera di denuncia sociale verso un mondo sempre più freddo e radiocomandato incurante della natura vitale che lo caratterizza.

Il mare e ciò che lo anima all’interno e all’esterno sono un po’ i temi di ‘Fattidisegni’, come nasce questo progetto?

Questo progetto è nato qui in Sicilia e la vicinanza col mare ha fortemente ispirato le mie illustrazioni. Cercavo un modo di esprimere le difficoltà date dalla solitudine e l’isolamento che tutti viviamo quotidianamente e la metafora con la barchetta nel mare è arrivata spontaneamente, trovandomi qui. Fattidisegni si sviluppa parallelamente alla mia principale attività (sulla pagina FB, profilo Instagram e Shop Etsy), permettendomi di spaziare e sperimentare diversi linguaggi: dal design alla grafica, dall’illustrazione alla fotografia con un occhio all’artigianato e all’autoproduzione. 

In un periodo in cui tantissimi giovani si allontanano dalla Sicilia, per studi o per lavoro, tu in “controtendenza” hai deciso di trasferirti e vivere qui…

Mi sono trasferita sia perché mi sono innamorata di un siciliano e della Sicilia, ma anche perché sono convinta che oggi non sia più necessario abitare nelle grandi città attorno cui gira l’economia; trovo che, soprattutto, i lavori di creatività siano favoriti in un ambiente più rilassato e a contatto con la natura. In provincia non abbiamo gli stessi stimoli delle grandi città, ma con internet e gli aeroporti possiamo trovarli facilmente. 

Su Instagram hai scritto che inizialmente eri reticente sullo sviluppare temi siciliani, poi hai cambiato idea…

Mi sono detta “chi meglio di un’illustratrice che ha scelto di vivere in quest’isola può farlo?” Così ultimamente mi sono dedicata maggiormente ai temi siciliani perché credo che sia importante valorizzare il suo meraviglioso e ineguagliabile patrimonio storico, culturale e paesaggistico/naturalistico, anche per riuscire a superare le difficoltà che abbiamo al sud.

I tuoi lavori stanno riscuotendo successo anche all’estero, e sempre sui tuoi profili social hai pubblicato che Fattidisegni ha raggiunto gli USA. Su questa scia ci sono nuovi progetti in cantiere?

Grazie alla rete e alla piattaforma Etsy, in generale, raggiungere committenti di altre nazionalità è più semplice. Inoltre, il fatto che negli ultimi anni la Sicilia venga scelta sempre più spesso come location per matrimoni, mi ha favorita, perché lavorando anche nel settore wedding, mi capita di realizzare coordinati e illustrazioni per coppie straniere che vengono qui a sposarsi.

https://www.etsy.com/it/shop/FattiDiSegni

Instagram: Fattidisegni – Irene Minissale

Carla Difranco

Carla Difranco

Innamorata dell’arte in ogni sua forma. Attenta alle novità del presente, consapevole del passato e con uno sguardo al futuro.

Visualizza tutti gli articoli

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli