Estate che sta per finire, giornate via via sempre più corte e l’atteso fatidico rientro scolastico. C’è chi è carico di entusiasmo per la novità e vive sempre a pieno questo momento dell’anno, con tanto di buoni propositi e felice di riprendere il ritmo scolastico. D’altro canto c’è invece chi attraversa questo cambiamento carico di paure, ansia da prestazione e tristezza per l’estate lasciata alle spalle. I primi tempi sono sempre duri da superare e per questo vogliamo lanciarvi qualche spunto per guardare all’impegno scolastico da un’altra prospettiva.

Per i più piccoli toccherà ai genitori essere in prima fila, aiutandoli ad acquisire nuova sicurezza.

  1. Parlate con i bambini e lasciate che esprimano le loro sensazioni in merito alla novità. Recatevi insieme dal libraio di fiducia per acquistare i testi e il materiale scolastico, per loro diverrà un momento unico da ripetere ogni anno. Anche foderare insieme i libri, sfogliando le prime pagine, impregnerà le loro piccole menti del profumo del nuovo.
  1. Per chi non è al suo primo anno, organizzate una merenda a casa con i compagni di classe per festeggiare l’inizio della scuola. Aiuterà i bambini a socializzare ritrovando le amicizie scolastiche e insieme potranno raccontarsi le vacanze trascorse, con la consapevolezza di un nuovo anno da vivere insieme.
  1. Ripristinate un corretto ciclo sonno-veglia, fondamentale per caricare il corpo e la mente di energia, per affrontare con lucidità e attenzione le lezioni (questo vale anche per i più grandi!). Evitate quindi di guardare film alla tv che finiscono tardi, stare davanti ad uno schermo (che sia tablet, computer, cellulare) dopo le 20.
  1. Occhio anche all’alimentazione! Fondamentale fare una sana e ricca prima colazione, commisurata alle esigenze del bambino, del ragazzo o dell’adulto universitario. Come linea guida generale ricordate che un pasto bilanciato deve contenere tutti i macronutrienti da fonti alimentari sane. Non deve mancare una fonte di carboidrati complessi (come quelli del pane, dell’avena, dei cereali integrali), degli zuccheri semplici (frutta o miele), le proteine (anche un piccolo panino con la fesa di tacchino può essere una buona alternativa alla classica tazza di latte che non tutti riescono a digerire), grassi sani (frutta secca e semi oleosi). Non appesantirsi a cena è una buona strategia per riposare bene ed avere una sana fame mattutina.
  1. Non esagerare con gli stimolanti. Talvolta, soprattutto gli studenti universitari, tendono ad alzare il gomito con caffè, ginseng e intrugli di entrambi, più volte al giorno. Sebbene una dose limitata di queste bevande possa essere d’aiuto per far “partire” la giornata, una somministrazione eccessiva può avere un effetto “rimbombo” causando una maggiore stanchezza, data da tachicardia, stress, aumento della pressione sanguigna e iperacidità gastrica (mai assumerle a stomaco vuoto!).
  1. Stilare una lista di buoni propositi. Dopo un’estate movimentata e piena di attività  è facile lasciarsi trascinare dalla malinconia di una nuova routine, fatta di orari, impegni e doveri. Tuttavia ciò non deve scoraggiarvi. Nel caso dei più piccoli saranno i genitori ad organizzare gite fuori porta nel weekend, passeggiate nelle campagne della propria città, visite di mostre o monumenti della provincia; basta veramente poco per sentire di aver staccato la spina e non occorre nemmeno prendere l’aereo!

Tra i buoni propositi rientra anche la ripresa dell’attività fisica con costanza e disciplina. Per i più grandi sarà un momento di pausa dalla routine della giornata mentre i più piccoli approfitteranno per socializzare negli sport di squadra, mantenendo entrambi un corpo in salute e una mente felice.

Roberta Latifi

Roberta Latifi

Farmacista e a breve nutrizionista, penna di salute e benessere per 97100. La dott.ssa Roberta si dedica al suo lavoro promuovendo modelli di prevenzione della salute umana sulla base delle più aggiornate scoperte scientifiche, somministrandole in una rubrica ricca di spunti e curiosità.

Visualizza tutti gli articoli

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli