Alla settimana della Moda milanese SS19 la città della Contea cartolina di bellezza.

“Trovando la bellezza. Guardate come creiamo i nostri capolavori”. È scritto in inglese, si legge in italiano. Anzi, in modicano. Questo il messaggio che ha lanciato il Duomo di San Giorgio sui profili social del marchio simbolo del Bel Paese nel mondo: Dolce & Gabbana. Si sente la voce fuori campo degli stilisti, c’è la scalinata ripresa all’alto e il via vai di passanti. Modica è – nel breve frame postato sui social – la cartolina di lancio della collezione estiva 2019. Qualcuno aveva pensato – con comprensibile entusiasmo – che una sfilata si sarebbe vista sul prospetto del luogo di culto. Ma, il Duomo di Modica, è arrivato direttamente a Milano, poiché è stato lanciato anche tra i mini contributi proiettati (tra i luoghi siculi anche la Pescheria di Catania) nella sfilata “Dna” al Metropol in occasione della giornata di chiusura della Settimana della moda.

Tra voci e città, tuttavia, è stata Modica a meritare il suo posto da regina. Messa in rete in un post tutto suo, simbolo di una identità che più siciliana non si può.

Modica e la sua cattedrale bella tra le belle. Una vera e propria ispirazione per le mise che si sono viste addosso alla parata di super star in passerella: ad aprire e chiudere lo show è stata una musa d’eccezione, Monica Bellucci. Con lei anche Carla Bruni, Eva Herzigova. E poi ancora Isabella Rossellini con la famiglia al completo e Lady Kitty Spencer.

Felpe araldiche normanne, abiti da sera con motivi di maioliche, pantaloni palazzo con stampe di ceramiche. Tradizione, Barocco. Le alte artigianalità dei due maestri della moda mondiale, ancora una volta, hanno attinto a piene mani agli elementi folcloristici della tradizione siciliana. E modicana, in questo caso.

Da Palazzo San Domenico tanto orgoglio: “Voglio ringraziare ufficialmente a nome della città gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana per aver scelto Modica come copertina della collezione primavera estate 2019 – ha dichiarato il sindaco Ignazio Abbate – Essere stati preferiti a tantissime altre bellezze italiane è una ulteriore certificazione dell’importanza raggiunta a livello nazionale ed internazionale dalla nostra Città”. Abbate commenta così la decisione del prestigioso brand di utilizzare il Duomo di San Giorgio sui canali comunicativi social per presentare la sfilata della prossima collezione alla Milano fashion week.

D&G, insieme a centinaia di migliaia di persone in giro per il mondo, hanno ammirato San Giorgio ripreso dal Belvedere. Il post apparso sui canali social del brand internazionale è diventato virale in pochissimo tempo, tanto da risultare uno dei cinque più visualizzati di tutto il 2018 sulla pagina Facebook Dolce & Gabbana. Apparso anche su Instagram, ha fatto il pieno di click e di commenti. “Nell’epoca della comunicazione globale social non è assolutamente facile raggiungere un traguardo così prestigioso – fa rilevare Abbate – Negli ultimi anni siamo riusciti ad esportare sempre di più la nostra città in tutto il mondo. Grazie al cioccolato, grazie al Barocco, grazie alle bellezze naturalistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche. E grazie anche ad una attenta programmazione turistica che ancora oggi, benché l’estate sia alle spalle, permette di riempire le vie del nostro centro storico di turisti provenienti da ogni dove”.

Fonte La Sicilia

Alessia Cataudella

Alessia Cataudella

Direttore responsabile di 97100 Magazine

Visualizza tutti gli articoli

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli