“Brutali voglie libidinose. Storie di violenza sulle donne del XIX secolo”, questo il titolo del volume scritto da Carmen Romeo e Jessica Formica. La prima, laureata in Filologia moderna e dalle origini comisane, la seconda, laureata in Storia dell’arte e beni culturali proveniente dalla città di Vittoria. Una grande passione per la scrittura, per gli studi umanistici e per l’archivistica. Se non si fossero incontrate durante il loro anno di Servizio Civile Nazionale presso l’Archivio di Stato di Ragusa, probabilmente, questo testo non sarebbe mai esistito. Infatti, proprio dalla ricerca condotta in Archivio, spulciando tra le carte ingiallite, sono emerse le denunce, le testimonianze e le sentenze. Al centro di ogni caso contenuto nel catalogo ci sono le donne, vittime di un sistema di violenza che le vede, purtroppo ancora oggi, oggetto del desiderio di uomini ingiusti. Spesso è il padre-padrone ad assumere un atteggiamento incestuoso e mostruoso, altre volte i mariti, infedeli e traditori. Ciò che più sconvolge è la denuncia in sé: dove hanno trovato il coraggio di andare contro i mariti queste donne, madri di figlie violentate, sorelle che prima ancora avevano subìto le medesime atrocità. Complici nel bene, ma talvolta anche nel silenzio di non dire nulla, di non denunciare o di non testimoniare, spesso per proteggere la famiglia da una vergogna tale, da una colpa che però era solo di uno. All’interno del catalogo si trova la trascrizione dei casi esaminati, fedelmente all’originale, che sono riportati in appendice. Le autrici hanno mantenuti i canoni stilistici dell’epoca, per non alterare il linguaggio giuridico e intriso di un dialetto siciliano che spesso la società odierna dimentica.

La presentazione del Volume si terrà nella sede della Pro Loco di Comiso, casa editrice del testo, giorno 23 novembre in prossimità della Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza contro le Donne che è fissata per il 25 novembre di ogni anno e che ci auguriamo possa, prima o poi, scomparire dall’elenco delle ricorrenze più tristi della nostra epoca.

Articoli