Fun

Golden Globes 2019, il punto di Alessandro Rimaudo

Cari amici di 97100, parliamo di un evento lontano per noi, ma tanto vicino per chi ama il mondo dello spettacolo (ancora di più perché a portata di click!). Puntiamo un faro sulla 76ª edizione della cerimonia della americanissima premiazione dei Golden Globe, i conduttori di questa edizione sono stati gli attori Sandra Oh e Andy Samberg.

Ma ora passiamo alle categorie che sono state premiate:

– Miglior attrice in una miniserie: Patricia Arquette – Escape at Dannemora

– Miglior serie tv comedy: Il metodo Kominsky (Netflix)

– Miglior film straniero: Roma

– Miglior attore in una miniserie Darren Criss – American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace

– Miglior attrice non protagonista in una serie: Patricia Clarkson Sharp Objects

– Miglior colonna sonora originale: Justin Hurwitz First Man

– Miglior miniserie: American Crime Story L’assassinio di Gianni Versace (FX)

– Miglior attore non protagonista in una serie: Ben Whishaw – A Very English Scandal

– Miglior sceneggiatura: Peter Farrelly, Nick Vallelonga, Brian Currie – Green Book

– Miglior attrice in una serie tv comedy: Rachel Brosnahan – The Marvelous Mrs. Maisel

– Miglior attore in una serie tv comedy: Michael Douglas – Il metodo Kominsky

– Miglior film d’animazione: Spider-Man, Into the Spider-Verse

– Miglior attrice in una serie drammatica: Sandra Oh – Killing Eve

– Miglior attore in un film musical o in una commedia: Christian Bale – Vice

– Miglior regista: Alfonso Cuaron – Roma

– Miglior serie drammatica: The Americans

– Miglior attrice non protagonista in un film: Regina King – Se la strada potesse parlare

– Miglior canzone: “Shallow” – A Star Is Born

– Miglior attore in una serie drammatica: Richard Madden – Bodyguard

– Miglior attore non protagonista in un film: Mahershala Ali – Green Book

– Miglior attrice in un film drammatico: Glenn Close – The Wife

– Miglior attrice in una commedia o in un film musical: Olivia Colman – La favorita

– Miglior attore in un film drammatico: Rami Malek – Bohemian Rhapsody

– Miglior film musical o commedia: Green Book

– Best Motion Picture – Drama: Bohemian Rhapsody

Inoltre sono stati assegnati 2 premi alla carriera, uno per il cinema e l’altro per la televisione.

Il premio alla carriera per il cinema è stato dato a Jeff Bridges, attore e produttore che ha recitato, tra gli altri, in Il grande Lebowski e in Il Grinta. Per la televisione, invece, il premio è stato consegnato a Carol Burnett, che ha dato il volto a personaggi di serie tv come Glee e Hawaii Five-0.

Il fenomeno Bohemian Rhapsody: Devo dire che sono Felice per Rami Malek, per l’impegno e la passione che ci ha messo ad interpretare Freddie Mercury, molto commovente l’attimo in cui a ricevuto il premio ringraziando i Queen e dedicando il premio a Freddie.

Altro  premio meritatissimo per Shallow, che ha vinto la miglior canzone. È uno di quei pezzi che quando lo senti una volta ti entra in testa e senti il bisogno di cantarla, canzone che ricordiamo  scritta da Lady Gaga insieme a  Anthony Rossomando, Andrew Wyatt ed ultimo ma non meno importante Mark Ronson.

Una delle più grandi sorprese in positivo (da buon nerd!) è stato il miglior film di animazione, nonostante sia un bel film approfondisce diverse tematiche che di solito interessano ai lettori dei comics o ai fan più accaniti, invece Spider-Man: Into the Spider-Verse ha fatto breccia nel cuore di molti e speriamo che possa essere così anche con altri futuri film di animazioni che non siano solo i classici Disney o Pixar.

Cari amici di 97100, è arrivato il momento dei saluti, fateci sapere i vostri pareri. Intanto vi lasciamo con un quesito che nemmeno gli agenti Mulder e Scully potranno risolvere: Perchè Black Panther è stato inserito nella categoria Miglior film drammatico?

Riguardo l'Autore

Articoli

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.
Alessandro Rimaudo