A sedici anni i sogni sono abbastanza comuni, quasi banali. La mia aspirazione invece, è sempre stata sin dall’età di sei anni quella di conoscere il paleontologo Alberto Angela, sebbene io sia sempre stata consapevole dell’inconsuetudine del mio desiderio. La consapevolezza che sussisteva in me è però quella secondo cui prima che io riuscissi a realizzarlo sarebbero passati molti anni. L’occasione si è invece presentata inaspettatamente qualche giorno fa: il 17 gennaio, il divulgatore più conosciuto d’italia ha tenuto una conferenza pubblicizzata da Mondadori al liceo Classico Galilei – Campailla di Modica, dopo la quale si è concesso al pubblico firmando un numero esagerato di copie di “Cleopatra”, il suo nuovo libro.
L’evento in sé ha sicuramente coinvolto persone di tutte le età, alcune delle quali sono però rimaste amaramente deluse. L’organizzazione, che ha mostrato qualche “falla”, non ha infatti permesso a molti degli interessati di portare a termine il proprio scopo, facendo sì che il numero dimezzasse ma non migliorasse comunque la situazione. Sul grosso sforamamento degli orari (il termine dell’evento si è allargato dalle 19:30 alle 21:00, e oltre) non mi esprimerò oltre perché su altri organi di stampa la questione, tra l’altro chiarita dagli organizzatori nelle loro pagine di riferimento, è stata ampiamente sviscerata.
Ma una cosa la dico: secondo la mia opinione anche in questo caso è da ammirare profondamente il personaggio di Alberto Angela, il quale nonostante ciò si è mostrato paziente e disponibile con le oltre trecento persone con cui ha scattato foto e a cui ha firmato autografi. Personalmente ho definito un calvario le tre ore di fila trascorse prima di arrivare a lui, ma alla fine dei fatti sono fiera di me stessa che con tenacia e testardaggine sono riuscita prematuramente a realizzare uno dei miei più grandi desideri.

Carola Causarano

Carola Causarano

Liceale innamorata dell'arte e della musica. Il suo stile è quanto più simile a quello in voga negli anni Sessanta, è grande ammiratrice dei Poeti Maledetti e scrive da sempre. Il suo guru? Jim Morrison

Visualizza tutti gli articoli

Articoli