Quotidianamente siamo investiti da mille impegni, la nostra mente pensa ed elabora innumerevoli soluzioni e programma spesso tutto al dettaglio. Questo è il quadro del tipico soggetto che mette da parte se stesso e i suoi reali desideri. Pensiamo che mantenersi vivi e vitali consista in tutto questo “correre”, oltre che nell’alimentarsi e nel dormire. Tuttavia quello che poi in realtà si verifica è che ci distraiamo da ciò che è davvero il concetto di energia o forza vitale che risiede nel nostro intimo.

Ebbene quello che posso dirvi è che coltivare e mantener viva la nostra forza vitale è impegnativo, ma non potrebbe essere altrimenti essendo un aspetto importante e fondamentale per la nostra esistenza. Pensate a una cosa che ritenete importante: è stato facile ottenerla? è facile curarla? La mia esperienza  suggerisce “no” come risposta. Per cui in questo articolo non vi proporrò delle potenziali soluzioni bensì 3 abitudini pratiche che mi hanno aiutato ad allenare la mia forza vitale, ad essere sempre viva e presente con me stessa.

1. Ottenere almeno un’ora alla settimana (non durante il weekend o sarebbe troppo facile!) da dedicare a una cosa che ci piace fare. Dico ottenere perché conquistarla vorrà dire lottare contro il nostro rigido autocontrollo. Sarà dura all’inizio svincolarsi dalla propria routine settimanale, ma una volta riusciti a farlo la gratificazione sarà enorme e quell’ora sarà tutta nostra e nessuno ce la potrà sottrarre.

2. Scegliere un’alimentazione che sia idonea alle nostre esigenze energetiche e umorali, che ci mantenga lucidi, sereni e motivati. Non affanniamoci cercando di seguire le mode, cerchiamo di capire (facendoci aiutare magari) ciò che ci può dare la spinta giusta per vivere le nostre giornate a pieno.

3. Abituiamoci a selezionare. L’obiettivo è non sprecare il nostro tempo per ciò che non è un vero e proprio dovere o una nostra scelta irreversibile. Togliamo il superfluo o la nostra energia ne risentirà, ci sentiremo frustrati e cercheremo appigli compensatori come il cibo, l’alcol, il fumo, per stimolare il nostro cervello a reagire…non proprio la strada giusta!

Imparare a nutrire la nostra energia è un atto d’amore verso noi stessi e chi ci circonda. Farlo consapevolmente e costantemente vuol dire essere preparati ad affrontare i diversi scenari che la vita ci presenta con il minor numero di rischi per la nostra salute. 

Roberta Latifi

Roberta Latifi

Farmacista e a breve nutrizionista, penna di salute e benessere per 97100. La dott.ssa Roberta si dedica al suo lavoro promuovendo modelli di prevenzione della salute umana sulla base delle più aggiornate scoperte scientifiche, somministrandole in una rubrica ricca di spunti e curiosità.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli