Cari amici di 97100, tutti conosciamo il successo dei Toto, Africa, singolo del 1982, che ricordiamo aver vinto quattro volte il disco di Platino. È stato scritto da David Paich e da Jeff Porcaro. Dopo aver dominato le classifiche degli anni 80, la canzone si è trasformata in una vera icona pop, tornando di nuovo in voga nel 2017.

A mio parere solo un genio creativo poteva pensare di farla suonare in loop in un deserto, ma vediamo  di capirne di più.

Il luogo in questione è il deserto africano della Namibia, che è anche il più antico del mondo, con i suoi 55 milioni di anni. Qui un artista ha installato sei speaker, collegati ad un lettore Mp3 che al suo interno conteneva una singola traccia, ovvero Africa dei Toto. Il brano è stato impostato per essere riprodotto di continuo e l’impianto audio è alimentato da batterie ricaribili ad energia solare, così da poter suonare a tempo indeterminato (salvo guasti elettronici o guasti provocati dagli agenti atmosferici).

L’artista in questione è Max Siedentopf, classe 1991, tedesco di adozione, è nato però a Windhoek, in Namibia, dove è cresciuto. Siedentopf ha documentato ogni passo nel suo sito internet, mettendo anche una posizione approssimativa di dove ha posizionato l’impianto, così da evitare possibili attacchi vandalici o furti.

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli