Siamo arrivati alla 64^ edizione dei premi David di Donatello, gli Oscar del cinema italiano. La cerimonia è stata  trasmessa su Rai Uno ed è stata condotta da Carlo Conti. Mio parere: una delle più piatte ed impacciate che io abbia mai visto. Ma passiamo alla lista dei vincitori:

  • Miglior film: “Dogman” di Matteo Garrone
  • Miglior regia: Matteo Garrone per “Dogman”
  • Miglior regista esordiente: Alessio Cremonini per “Sulla mia pelle”
  • Miglior attore protagonista: Alessandro Borghi per “Sulla mia pelle”
  • Miglior attrice protagonista: Elena Sofia Ricci per “Loro”
  • Miglior attore non protagonista: Edoardo Pesce per “Dogman”
  • Miglior attrice non protagonista: Marina Confalone per “Il vizio della speranza”
  • Miglior sceneggiatura originale: Matteo Garrone, Massimo Gaudioso e Ugo Chiti per “Dogman”
  • Miglior sceneggiatura non originale: James Ivory, Luca Guadagnino e Walter Fasano per “Chiamami col tuo nome”
  • Miglior produttore: Cinemaundici e Lucky Red per “Sulla mia pelle”
  • Miglior autore della fotografia: Nicolaj Bruel per “Dogman”
  • Miglior musicista: Sascha Ring e Philipp Thimm per “Capri-Revolution”
  • Miglior canzone originale: “Mistery of love” di Susfjan Stevens per “Chiamami col tuo nome”
  • Miglior scenografo: Dimitri Capuani per “Dogman”
  • Miglior costumista: Ursula Patzak per “Capri-Revolution”
  • Miglior truccatore: Dalia Colli e Lorenzo Tamburini per “Dogman”
  • Miglior acconciatore: Aldo Signoretti per “Loro”
  • Miglior montatore: Marco Spoletini per “Dogman”
  • Miglior suono: Maricetta Lombardo, Alessandro Molaioli, Davide Favargiotti, Mauro Eusepui, Mirko Perri e Michele Mazzucco per “Dogman”
  • Migliori effetti visivi: Victor Perez per “Il ragazzo invisibile – Seconda generazione”
  • Miglior documentario: “Santiago, Italia” di Nanni Moretti
  • Miglior cortometraggio: “Frontiera” di Alessandro Di Gregorio
  • Premio David Giovani: “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini
  • Miglior film straniero: “Roma” di Alfonso Cuaron.

Complimenti a Matteo Garrone che col suol film Dogman si porta a casa ben 9 statuette. La vittoria del film  “Sulla mia pelle” la trovo meritatissima, consiglio assolutamente la visione del film: dedicato a Stefano Cucchi e quell’orribile vicenda accaduta nel 2009. Oltre ai premi stabiliti sono state consegnate altre statuette: A Tim Burton è stato consegnato il Premio alla Carriera “David for Cinematic Excellence 2019”, a consegnarlo è stato Roberto Benigni, mentre Francesca Lo Schiavo e Dario Argento hanno ricevuto un “David Speciale alla carriera”. “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino si è aggiudicato il “David dello Spettatore”.

Non ho molto da ridire se non riguardo alla conduzione: da un professionista come Carlo Conti non ci si aspetta di certo una performance  impacciata e confusionaria. Nel ritiro dei premi, a parte la commozione di Elena Sofia Ricci e di Alessandro borghi, ci stava poco entusiasmo e tanta tensione. Su questa 64esima edizione non ho altro da aggiungere, ci vediamo il prossimo anno, con uno spettacolo, si spera, più alllegro e meno teso.

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli