“Siamo davvero orgogliosi di questa grande partecipazione: abbiamo avuto visitatori  da tutto il sud Italia e da Malta. Il Cooking Fest è stato un importante crocevia di incontri BtoB per promuovere, in una dimensione globale, i migliori brand di settore”  ha commentato la founder Èxpo Barbara Mirabella, esprimendo a pieno il grande successo che l’evento, ospitato al Centro fieristico-congressuale “Le Ciminiere” di Catania ha raggiunto in soli 4 giorni, dal 30 Marzo al 2 Aprile 2019. Migliaia di visitatori, food e wine lovers, sono stati protagonisti di molteplici iniziative quali workshop, seminari, corsi di degustazione, cooking show, concorsi ed incontri.

il Cooking Fest, promosso da Fic- Federazione italiana cuochi, con l’organizzazione della Èxpo, azienda leader nella realizzazione di eventi fieristici, il patrocinio e la compartecipazione della Città Metropolitana di Catania e il contributo di straordinari partner come Cna Agroalimentare, Cna Catania, Ais Sicilia e Federalberghi Sicilia, ha incentivato, in una dimensione globale, un diretto contatto con i nuovi mercati, la possibilità di sviluppare reti commerciali, pubblicizzare l’immagine dei brand partecipanti, permettendo di ricreare un momento di confronto tra domanda ed offerta. Durante la conferenza inaugurale tenutasi giorno 30 Marzo alle ore 16:00, gli interventi da parte dei fautori dell’iniziativa sono stati molteplici. Tra questi,  l’Assessore Ruggero Razza, ha esordito esprimendo l’interesse che la Regione nutre nei riguardi dell’alimentazione da un punto di vista non solo educativo ma anche produttivo. Successivamente, il sindaco Salvo Pogliese ha ribadito l’importanza di eventi quali il 30° congresso nazionale Fic, il Cooking Fest e Cibo Nostrum, che rappresentano per Catania una preziosa opportunità di promozione del nostro territorio e della Sicilia. Un programma ricchissimo di appuntamenti, come ad esempio  il “Catania Wine Fest”, organizzato da Èxpo in collaborazione con AIS Sicilia,  che con oltre 1000 etichette in degustazione ai banchi d’assaggio, un’area taste dedicata  all’interno della fiera, ha fatto da vetrina ai migliori vini del territorio siciliano. All’interno della kermesse si è tenuto per la terza volta in Sicilia,il 30° congresso Fic, con il patrocinio e la compartecipazione della Città Metropolitana di Catania. L’evento, condiviso con tutte le regioni d’Italia e le delegazioni estere provenienti da Brasile, Francia e Germania, ha visto la prestigiosa partecipazione del presidente mondiale dei cuochi Thomas Gugler. Il presidente nazionale Fic, Rocco Pozzulo, è intervenuto elencando i temi del congresso relativi alla sicurezza e agli sprechi alimentari, che sono stati affrontati grazie alla presenza di ospiti prestigiosi. All’interno del Cooking Fest, ampio risalto ha avuto anche “Cibo Nostrum” – la Grande festa della cucina italiana, organizzata negli spazi di villa Bellini il 31 marzo, il cui ricavato è stato devoluto in beneficenza al DSE – Dipartimento solidarietà emergenze della Federazione Italiana Cuochi, alla Comunità di Sant’Egidio e alla Locanda del Samaritano. Fondamentale la presenza di AiC Sicilia, che ha sensibilizzato i partecipanti rispetto la tematica della celiachia come esposto dalla presidentessa Giuseppina Costa: l “NO al senza glutine come moda alimentare, Sì a pietanze con cibi sostenibili e naturalmente privi di glutine nel rispetto dell’ambiente”.

A chiudere la kermesse, l’evento “Musica e Gourmet” che giorno 2 Aprile ha visto la Federazione italiana cuochi celebrare al Teatro Massimo Bellini di Catania il connubio tra musica, cibo  e letteratura. La serata, condotta da Antonio Iacona  ha visto sul palco, tra premi e riconoscimenti il presidente nazionale della Fic, Rocco Pozzulo, il presidente Fic Promotion, Seby Sorbello, il presidente dell’Unione regionale cuochi siciliani, Domenico Privitera ed il sovrintendente del Teatro Massimo Bellini, Roberto Grossi. Tali eventi sono la palese dimostrazione che le grandi risorse del nostro territorio, se valorizzate, producono grandi risultati in termini di partecipazione e sviluppo. A questo punto non ci resta che sperare in una nuova edizione del Cooking Fest per il 2020.

Eleonora Orfanò

Eleonora Orfanò

Laureata nel 2016 presso l’Accademia di Belle Arti di Catania in Comunicazione e Valorizzazione del patrimonio artistico contemporaneo, partecipo parallelamente a corsi e workshop inerenti il settore artistico-culturale. Ad oggi frequento il corso di laurea magistrale in Storia dell’arte e beni culturali, presso l’Università degli Studi di Catania continuando a coltivare i miei svariati interessi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli