Era il 1996 quando arrivò in Italia il “Gobbo di Notre Dame” famoso classico Disney che divenne uno dei più apprezzati. La colonna sonora era strepitosa, la famosa canzone iniziale “Le campane a Notre Dame” ci proiettava su questa maestosa cattedrale ed io restavo incantato davanti allo schermo… da allora ne rimasi colpito. Pensate che l’ho sempre prefissata come una meta che, magari un giorno avrei voluto visitare.

Nel 1998 Luc Plamondon scrisse Notre Dame De Paris, uno spettacolo messo in musica da Riccardo Cocciante, tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo (che ancora oggi riscuote tantissimo successo). Nel 2014 la Ubisoft con l’uscita di Assassin’s Creed Unity, oltre averla creata minuziosamente bene, permette di far vedere pure l’interno. Ma lo approfondiremo tra un po’. Ho spiegato tutto questo perché a causa dell’incendio che è divampato, vedendo la caduta della guglia, per qualche ora mi sono ammutolito… Capisco l’importanza turistica e dell’arte che sono elementi fondamentali, ma non essendo un esperto preferisco lasciare questi argomenti a chi lo è più di me.
Parlo da un lato emotivo personale, è stato davvero un colpo al cuore! E’ stato fortuntatamente detto che i danni sono contenuti e il presidente Emmanuel Macron ha affermato che sarà possibile ricostruire tutto. E questo mi ha sollevato parecchio il morale. Ebbene, vagliando alcune ipotesi, una delle possibile soluzioni di restauro,  potrebbe arrivare proprio dal virtuale, da Ubisoft con il suo Assassin Creed Unity. Nonostante sia uno dei capitoli meno riusciti sia per bug, sia per contenuti.

Tutto ciò potrebbe esser davvero possibile grazie al lavoro che ha fatto l’art director Caroline Miousse durato ben 2 anni dove ha studiato, tramite foto e videoartisti del gioco, l’architettura della cattedrale, affinché ogni mattone “virtuale” fosse identico all’originale. Quindi possiamo dire che alla realizzazione della cattedrale, in questo contesto, è stato dedicato circa l’80% di attenzione rispetto al resto del videogame. Auguriamoci che Ubisoft sia così generosa da offrire i suoi dati digitali e la mappatura 3D in modo da ricreare il tutto come prima.

Inoltre la Casa di Topolino donerà 5 milioni di dollari per contribuire alla ricostruzione dell’amata cattedrale, come riportato da Variety, mentre proprio Ubisoft donerà 500.000 euro per la ricostruzione di Notre Dame. Dal 17 aprile alle 16:00 al 25 aprile alle 09:00 (ora locale) sarà possibile scaricare la versione PC di Assassin’s Creed Unity gratuitamente; il gioco sarà disponibile per sempre nella propria libreria di Uplay.

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli