Cari Amici di 97100, tutti almeno una volta nella vita abbiamo giocato ad Uno, gioco di carte statunitense non collezionabile prodotto da Mattel e creato da Merle Robbins nel 1971. Il numero dei giocatori può variare da 2 a 10, il gioco è principalmente formato da carte colorate (Rosso, Giallo, Verde, Blu) e numerate da 0 a 9, con l’aggiunta di “carte bonus” che permettono di variare in diversi modi la partita (Salta, Cambio giro, Pesca due/quattro carte, Cambia colore).
Sappiamo tutti che Uno è stato sempre usato sadicamente: si mirava a far prendere tante carte chi lanciava +2 o +4 aggiungendone un altro, fino ad arrivare al malcapitato di turno che pesca anche oltre 10 carte, creando così delle rivalità nei vari scontri senza fine tra chi si faceva prendere la mano.
Ebbene su Twitter il produttore lancia la regola che lascia di stucco tutti: chi getta + 2 o  + 4 fa pescare al giocatore successivo 2 o 4 nuovi elementi dal mazzo e saltare il turno di gioco, quindi non sono cumulabili una dopo l’altra e di conseguenza il giocatore che si becca una delle due carte non può rispondere con un’altra di queste. Gli resta, quindi, solo di pescare dal mazzo le carte richieste dalla penalità. Diminuirà, di certo il numero dei furbetti e le partite dureranno qualche minuto in più, ma il divertimento resterà invariato!

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli