Si è svolto sabato 18 maggio, a Vittoria, un workshop sul tema “Il pesce azzurro e i prodotti tipici nella dieta mediterranea come volano dello sviluppo turistico e socio culturale del territorio degli iblei”. Il workshop, che fa parte delle numerose attività del progetto “Il pesce azzurro e I prodotti tipici degli Iblei nella dieta mediterranea”, si è tenuto all’interno della kermesse dedicata all’enogastronomia e al territorio MedinFood, una vetrina di richiamo nazionale e internazionale. Il workshop si è concluso con un cooking show con lo chef Nunzio Cilia e organizzato dagli studenti delle classi quarte del Marconi che ha esaltato il pesce azzuro e gli ingredienti locali.

Il progetto, presentato dall’Istituto Statale Marconi di Vittoria in collaborazione con Logos Società Cooperativa, è stato finanziato dal dipartimento dell’assessorato regionale per lo sviluppo rurale e della pesca mediterranea, nell’ambito della misura 5.68 del bando Po Feamp. In particolare l’obiettivo è quello di disseminare la cultura del mangiar sano legata alle tradizioni locali mettendo in evidenza i prodotti ittici come il pesce azzurro, considerato un cibo “povero” ma dalle straordinarie qualità nutrizionali e di gusto. Hanno preso parte al workshop la dottoressa Francesca Cerami, segretario dell’IdiMed (istituto per la Promozione e la Valorizzazione della Dieta del Mediterraneo), il dottor Salvatore Cataldi, dirigente dell’ufficio territoriale dell’assessorato regionale per lo sviluppo rurale e della pesca mediterranea e il dirigente scolastico dell’istituto Marconi Giorgio La Rocca.

“La dieta mediterranea – ha detto la dottoressa Francesca Cerami (IdiMed) – rappresenta un vero e proprio modello di sviluppo sostenibile. E’ stata promossa, nel 2010, patrimonio immateriale dell’umanità e da quel momento abbiamo lanciato una serie di attività per fare sistema tra il settore ittico, agroalimentare e gli operatori che si occupano della trasformazione e che portano in tavola cibo buono e sano”-

“La Sicilia – prosegue la dottoressa Cerami – è terra di mare e il pesce azzurro, con le sue proprietà nutrizionali, consente di crescere in salute e invecchiare con successo. Ancora, però, si consuma poco pesce e per questa ragione è importante un percorso educazionale, come quello che stiamo svolgendo, che è rivolto agli studenti ma anche alla comunità. E’ importante che gli operatori del domani possano rendersi conto di portare in tavola non solo salute ma, anche, la storia del territorio”.

Il dirigente scolastico, dottor Giorgio La Rocca, ha evidenziato “una crescita visibile da parte di tutti gli studenti interessati dalle azioni del progetto”. “Un progetto – ha proseguito il dirigente – ben accolto dai ragazzi e per il quale la nostra segreteria amministrativa ha lavorato senza sosta. I risultati migliori del progetto li avremo a livello didattico: abbiamo seminari con esperti del settore e diversi laboratori a cura dei docenti che vedranno I ragazzi impegnati sino all’otto giugno con la realizzazione di una serie di prodotti con il pesce azzuro. Un alimento importante dal punto di vista della salute ma anche dal punto di vista culturale poiché la nostra civiltà mediterranea ha base nella cultura della pesca”.

Il dottor Lorenzo Tomasi, in rappresentanza di Logos, ha portato i saluti del presidente Rosario Alescio e ha illustrato le svariate attività che vedranno impegnati gli alunni dell’istituto Marconi snocciolando I diversi appuntamenti di un calendario fittissimo che prevede workshop, seminari, laboratori, attività ludico – ricreative e un evento finale che vedrà gli alunni impegnati il prossimo 8 giugno a conclusione del progetto: “In totale avremo realizzato 5 laboratori, 1 workshop, 2 show cooking, 4 seminari e 1 grande evento finale con la presentazione di un ricettario dal titolo “dieta mediterranra: il pesce azzurro preparato con I prodotti tipici iblei” redatto a cura dei ragazzi dell’istituto Marconi. Una serie di attività previste dal progetto e che saranno di alta valenza formativa per i ragazzi”.

Ha tirato le somme dell’intensa giornata il dottor Salvatore Cataldi, dirigente dell’ufficio territoriale dell’assessorato regionale per lo sviluppo rurale e della pesca mediterranea: “Un incontro positivo dove I ragazzi hanno ascoltato illustri relatori e poi si sono cimentati nella elaborazione di un piatto che ha esaltato il pesce azzurro in abbinamento a prodotto locali. Il dipartimento della pesca mediterranea non può che essere orgoglioso e fiero di aver portato questi fondi in Sicilia e, grazie alla misura 5.69, si è potuto esaltare il pescato siciliano. Una grande occasione per gli studenti dell’istituto Marconi, che ha aderito al progetto, per entrare in contatto con I prodotti tipici della nostra marineria e con la filiera di lavorazione e di valorizzazione del pescato”.

Gli incontri proseguiranno serrati tra workshop e laboratori. Nella giornata di oggi, a partire dalle ore 11, sarà previsto un seminario sul tema “Educazione alimentare: le proprietà del pesce azzurro” tenuto dalla nutrizionista Anna Roccaro nella sala convegni del polo fieristico di Vittoria.

Articoli