Con tre vittorie su altrettanti incontri all’Interzona, la formazione Under 16 della Virtus Eirene Ragusa conquista con pieno merito le finali nazionali di categoria, che si svolgeranno a Chianciano Terme, dal 16 al 23 giugno. La squadra allenata da Yvan Baglieri e Gianni Lambruschi ha battuto, nell’ordine, il Basket ’90 Sassari per 79-41; la Magika Pallacanestro Castel San Pietro per 63-47 e Trieste per 56-53. Adesso, per le giovani aquile biancoverdi, si aprono le porte delle finali nazionali, insieme alle altre migliori 15 squadre d’Italia della categoria. E ovviamente l’obiettivo non può che essere quello di cercare di fare il meglio possibile. “E’ una squadra formata solo da quattro 2003, alle quali vanno aggiunte sei 2004 e quattro 2005 – dice coach Yvan Baglieri – quindi una squadra molto giovane che durante l’anno ha disputato anche campionati diversi, dal momento che le 2003 hanno giocato la Serie B e le 2004 la Serie C. Ma qui entra in gioco ciò che ci ha fatto vincere, cioè la mentalità. Le “grandi” sono infatti quattro pilastri della squadra perché hanno un carattere molto coinvolgente, perché hanno amalgamato tutte nonostante le diversità sia anagrafiche che di esperienza. Quindi sono molto contento di questo, ed è stato un grande risultato dato che facendo campionati diversi non si erano mai allenate insieme. Adesso ce la giocheremo a viso aperto, perché il nostro scopo è andare più avanti possibile, ma questo risultato è già la ciliegina sulla torta che è mancata con l’under 18 ed è il frutto di questo anno di allenamenti. Le ragazze hanno lavorato tanto e Gianni Lambruschi ha messo sicuramente una marcia in più negli allenamenti. Siamo riusciti a fare risultati importanti contro squadre anche ben organizzate e con staff importanti, come per esempio Trieste. Adesso abbiamo questi 10 giorni per amalgamare la squadra e motivare le ragazze in vista delle finali nazionali. Sarà un bel mese, molto impegnativo perché poi il 24 iniziano le finali nazionali under 14 e ci sposteremo a Roseto degli Abruzzi anche con alcune delle ragazze che verranno a Chianciano. Stiamo vedendo che stanno acquisendo la giusta mentalità per affrontare partite di alto livello. Ci tengo a sottolineare che questo risultato è il risultato del lavoro di tutti, perché le ragazze sono molte di più di quelle che stanno partecipando e queste finali sono anche merito loro, nessuna ha pensato a se stessa ma alla squadra”.

Articoli