Dopo quattro anni di purgatorio in C1 la palla ovale ragusana torna in serie B. Nel mezzo la fusione tra il Padua Ragusa (l’ultima squadra iblea che ha militato tra i cadetti) e l’Audax Clan Ibleo che ha unito le forze dopo anni di lotta stracittadina in modo particolare nel settore giovanile. La promozione è stata ufficializzata dalla Federazione. Il rugby più di ogni altro sport è gioco di squadra, lo è anche nel raggiungimento degli obiettivi stagionali. Il passaggio di categoria è subordinato al raggiungimento di obiettivi che favoriscano lo sviluppo del rugby di base, sotto questo aspetto la società ragusana è sempre stata tra le più virtuose di tutto il movimento Siciliano. Proprio per questo la vittoria di un campionato diventa la vittoria dell’intero movimento, dove ogni ragazzo partendo dall’under 6 fino ad arrivare al primo quindici e fa parte di un unico progetto con l’intento di far
crescere quantitativamente e qualitativamente il Rugby.
Questi gli atleti ragusani che hanno conquistato la serie B: Arrabito Gianfranco, Bella Mario, Bellina Terra Alessandro, Bellina Terra SalvatoreE, Bonomo Michele, Buffa Salvatore, Cappa Alessandro, Carbonaro Giorgio, Covato Niccolò, Criscione Daniele, Diallo Ibrahim, Diallo Mustafa, Dinatale Ivan, Failla Francesco, Furnaro Tim, Garozzo Giuseppe, Gueye Ousmane, Gulino Andrea, Gulino Daniele, Imbesi Dario, La Rocca Ruben, Malfa Simone, Migliorisi Alessandro, Nicita Lorenzo, Puglisi Andrea, Russo Stefano, Sammito Davide, Sartorio Giulio, Tumino Stefano, Valenti Enoc, Vona Paride, Vona Teseo, Zago Giovanni. Lo staff è composto dagli allenatori: Alessio Lamia (prima squadra) ed Adriano Nicita preparatore atletico: Erman Dinatale, fisioterapista: Andrea Buscemi, team manager: Luca Tavernese.

Salvo Martorana

Articoli