“Scatto d’arte”, fino al 30 giugno, è ad Acate: si tratta della prima collettiva fotografica organizzata da Arteinsieme. La mostra, patrocinata dal Comune, è ospitata nel Castello dei Principi di Biscari. Sarà aperta tutti i giorni, dalle 19 alle 21.

In mostra le foto di Tony Barbagallo, Giorgio Chessari, Gianni Ciancio, Pippo Impoco, Giovanni La Lota, Margherita Lanza, Giovanni Rosa, Gianni Tirone. Tony Barbagallo, fotografo dal 1955. Nominato nel 1973 “Artista della federazione Internazionale – Associazione Photographique”, ha al suo attivo numerosi premi. Ha partecipato a ben 225 mostre, in Europa, in Canada e Sudafrica. Ha immortalato angoli e panorami del territorio ibleo e siciliano, ma anche molte feste religiose ed eventi folklortistici, con un obiettivo documentaristico. Giorgio Chessari, appassionato di fotografia paesaggistica, presenta “I Giganti della terra”, stampe in bianco e nero su sottili fogli d’alluminio. L’installazione fotografica racconta la storia di personaggi mitologici. Ha pubblicato libri fotografici ed ha partecipato a vari contest. Ha esposto alla collettiva a Palazzo Labisi a Comiso nel 2018 ed a Fermentum, ad Acate nel 2019. Gianni Ciancio, affascinato sin da bambino dalla fotografia, quando il digitale era fantasia. L’incontro precoce lo ha aiutato nello sperimentare diverse situazioni. Nel terzo millennio fotografa le feste religiose siciliane, molto scenografiche. Oggi è un noto fotografo professionista. Pippo Impoco, già presidente del Kiwanis Vittoria Colonna, ha iniziato a fotografare nel 1980, ama il genere Portrait e Street. Già socio del circolo Pentaprisma Fotografia ha partecipato ad alcune Collettive, presentando il genere Street. Le foto sono frutto di intuizione, ricerca, velocità nello scatto e nella composizione. Giovanni Emanuele La Lota, architetto e fotoamatore, ha sperimentato diversi generi e temi fotografici, con particolare attenzione ai paesaggi urbani.  Le sue fotografie raccontano di un approccio minimalista che si può riassumere con lo slogan “Less is more”. Ha partecipato a numerose mostre e prestigiosi concorsi. Margherita Lanza, lavora come filmaker e coltiva la passione per la fotografia fin dall’età di 7 anni, passione ereditata dal padre, fotografo del Ris dei Carabinieri a Palermo. Nel 2013, è seconda in un concorso scolastico dell’Accademia di Belle Arti di Catania. Ha partecipato ad una collettiva a Siracusa nel 2018. Giovanni Rosa, già docente di lingue, coltiva la passione per la poesia e la fotografia, partecipando a concorsi in occasione della Fiera Emaia e di feste religiose, in varie città siciliane. Premiato al concorso di poesia “Evviva la mamma!”. Ha fatto parte del circolo fotografico Asa25. Gianni Tirone, fotografo amatoriale, eredita la passione per la foto dallo zio Franco Tirone,che lo avviò all’utilizzo di una reflex Yashica. Ha partecipato alla mostra “Fermentum” ad Acate (maggio 2019).

«È la prima collettiva fotografica della nostra associazione – spiega la curatrice, Marialuisa Occhione – con questo nuovo evento abbiamo voluto dare visibilità ai tanti validi fotografi di Arteinsieme e, al tempo stesso, rendere omaggio al maestro Tony Barbagallo». «Ancora una volta – aggiunge il presidente, Marcello Nativo – il castello di Biscari sarà sede delle nostre attività, proseguendo la collaborazione con il comune di Acate».

«Siamo lieti – commenta il sindaco, Giovanni Di Natale – di ospitare la collettiva che vedrà protagonisti il maestro Tony Barbagallo ed altri fotografi. Sull’onda del successo di “Fermentum”, questa seconda mostra, organizzata da Arteinsieme, conferma il nostro castello, come location ideale per iniziative culturali».

Articoli