Oggi parleremo di Winnie the Pooh ed i suoi amici. Tutti conosciamo il simpatico orsacchiotto timido e paffuto con la magliettina rossa nato dalla penna di Alan Alexander Milne e diventato famoso grazie alla Disney. Ma se vi dicessi che ogni personaggio legato a questa serie, nasconde un lato oscuro? Esatto, avete capito bene. Sembra proprio che ogni personaggio rappresenti dei disturbi mentali animati. Ne siete sorpresi? Io francamente si, guardandolo da bambino magari non lo noti, anzi finisci per amarlo, ma chi li ha esaminati e studiati ha notato questi collegamenti.

Cerchiamo di capire la cosa analizzando i vari protagonisti ed i loro disturbi:

Pimpi
Pimpi ha problemi di ansia sicuramente legati alla sua scarsa autostima. Ha paura del cambiamento, ed è sempre preoccupato di essere un peso per le persone che lo circondano.

Tigro
Sicuramente é il membro più attivo, vivace ed incorreggibile del gruppo, mostra segni di Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività. Non riesce a controllare gli impulsi e raramente riflette prima di agire.

Tappo
Spesso è visto come l’adulto del gruppo, quello più saggio e maturo, ma soffre di disturbo ossessivo compulsivo: pianifica, sistema, cerca di controllare sempre tutto. Deve sempre tenere tutto sotto controllo, se non ci riesce va in panne, facendosi prendere dal panico.

Ih-Oh
Ih-Oh mostra chiari segni di depressione e di distimia cronica. Quando accadono cose positive,  riesce sempre a trovargli il lato negativo. Non riesce mai a godersi la felicità conquistata, restando bloccato in questo circolo vizioso.

Ro
Ro mostra chiari segni dello spettro autistico. Sta quasi sempre vicino alla mamma rimanendo nella sua sacca invece di andare a giocare con gli amici  fidati. Mentre altre volte si allontana spesso anche se non può, ritrovandosi  in situazioni pericolose.

Kanga
È sempre nervosa e scettica riguarda a tutto. La preoccupazione per suo figlio Ro  influisce negativamente nel rapportarsi con gli altri. Soffre di ansia sociale.

Uffa
È il più astuto ed intelligente della banda, ma soffre di dislessia. Sbaglia parole e lettere,  nonostante sia l’unico a saperlo  fare.

Christopher Robin
Parla tutto il giorno con amici immaginari e  vive nuove avventure in loro compagnia.  Si potrebbe pensare alla classica fantasia o immaginazione infantile, ma in realtà ci sono tutti i chiari segnali di schizofrenia.

Ora torniamo al nostro simpatico protagonista: Pooh.
Soffre di disturbi alimentari, ma non riesce  smettere di mangiare, legato sicuramente ai suoi problemi di autostima. Si preoccupa sempre del suo peso, ma non riesce a far nulla per risolvere la cosa. Come il suo amico Tigro, anche lui soffre di Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività.

Avevate mai notato tutto questo? Tra l’altro, è solo uno dei lati oscuri legati all’impero Disney, ed un giorno ve ne mostrerò altri!

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli