Avete mai sentito parlare dei Walkman?
Magari i più grandi o nostalgici ricorderanno quei pomeriggi anni ‘80, primi ‘90, in cui i nostri genitori riposavano e noi volevamo ascoltare la nostra musicassetta preferita, indossando delle cuffie che si notavano a metri di distanza: si premeva play e si sognava con la musica, si poteva addirittura attaccare alla cintura ed andare in giro.
Molti magari non ne conoscevano nemmeno il nome ma lo hanno visto nel 2014, nel film i “Guardiani della Galassia”. Esatto, proprio quello che usava Star Lord per ascoltare l’Awesome mix volume 1.

Ora passiamo alla reale novità: siete stanchi dei lettori digitali? Avete ancora delle musicassette? Siete semplicemente dei nostalgici come il sottoscritto? Bene, il Walkman sta tornando!
I nostalgici delle musicassette potranno abbandonare la musica sulle piattaforme digitali moderne e tornare ai vecchi supporti, sfruttando solo in parte le nuove tecnologie ed ottenendo un grande successo. Tutto questo è possibile grazie a “It’s Ok”, un supporto per i famosi nastri che funziona grazie alla connettività Bluetooth 5.0 utile per godersi le canzoni con le cuffie wireless o, in alternativa, anche con il vecchio immortale jack da 3,5 mm. Il walkman è stato lanciato da Nimb Lab, per ora è possibile trovarlo e preordinarlo solo su Kickstarter al prezzo di 57 euro. Il prodotto sarà in commercio ufficialmente solo da febbraio 2020 in tre colori, rosa, blu e bianco.
Nonostante siano passati 40 anni il dispositivo è identico: troveremo anche i sempreverdi pulsanti Play, Forward, Backward, Stop e anche Record, tramite il quale sarà possibile registrare note vocali grazie al microfono integrato.
Il case sarà trasparente, e sarà inclusa nella confezione una cassetta, della durata di 60 minuti.

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli