Nnumari, termine siciliano che vuol dire “nel mare” – una due giorni di riflessione sulla sostenibilità della filiera nel Mediterraneo con l’obiettivo di costruire modelli di sviluppo sociali e ambientali replicabili e condivisi.
Per la cena di gala di oggi, che si svolgerà all’interno di  Villa Athena ad Agrigento, nel cuore della Valle dei Templi, è stato selezionato Alessandro Ravanà, patron del ristorante Il Salmoriglio di Porto Empedocle. Tema della serata sarà “Contaminazioni”: il cibo quale segno di accoglienza, attimo speciale in cui si mostrano, condividono e scoprono i gesti e gli ingredienti comuni, punto di incontro e confronto con l’altro. Lo chef Ravanà per l’occasione preparerà il  Tacos con razza e spezie, pensato proprio per una cucina di contaminazioni: un piatto latinoamericano abbinato a una scelta di spezie portate dagli Aragonesi quali paprika, semi di finocchietto, pomodoro secco e zafferano. Il pesce scelto è la razza, che, pur non essendo una specie in via d’estinzione nel vero senso della parola, sta però scomparendo dai mercati del pesce. Il consumatore evita di acquistarla per un’oggettiva difficoltà nella pulizia e perché si tratta di un pescato poco usato: “rilanciare il consumo della razza è il mio contributo alla sostenibilità economica della filiera. Implementarne l’utilizzo consentirebbe ai pescatori di avere un reddito maggiore, mentre ora la razza viene rigettata nel mare. La diffusione della razza contribuirebbe anche a limitare l’uso dei pesci in via di estinzione come il tonno rosso e le altre 180 specie marine mediterranee (secondo il rapporto “Biodiversità a rischio 2018”)”.

Ph credits Rossana Brancato

Articoli