È finita 1-1 la gara tra Ragusa e Giarre. Il tecnico ospite Peppe Anastasi parla di pareggio giusto contro una squadra molto forte che lotterà fino alla fine per vincere il campionato. “Sapevamo che sarebbe stata difficile -afferma Anastasi, che nel suo curriculum annovera anche la direzione tecnica del Ragusa – abbiamo incontrato una squadra importante che in certi momenti ci ha messo in difficoltà ma noi siamo usciti bene alla fine del primo tempo ed anche dopo avere subito il goal complice un infortunio del nostro portiere che nel calcio ci sta. Ci siamo messi a tre per pareggiare e anche dopo siamo rimasti con l’uomo in più in avanti perchè volevo vincerla. Solo nei minuti di recupero siamo tornati a quattro per contrastare le folate finali del Ragusa. A mio giudizio gli azzurri sono tra i favoriti alla vittoria finale perchè hanno una rosa importante e li vedo bene, ancor di più di Paternò e Santa Agata Militello. Perchè Capitao non gioca dall’inizio? Perchè cerco gli equilibri giusti, sono consapevole che è importante ed il suo utilizzo era già previsto a priori. Prima del pareggio abbiamo rischiato di subire il secondo goal perchè eravamo sbilanciati in avanti alla ricerca del goal. Dopo essere andati sotto la reazione dei ragazzi è stata quella che mi aspettavo e fino alla fine abbiamo giocato alla pari con il Ragusa. E’ giusto dire che anche dopo l’1-1 abbiamo avuto due-tre occasioni per segnare il 2-1. Il nostro obiettivo è quello di giocarcerla con tutti e finora nessuno ci ha messo sotto”.
Sull’altro fronte Alessandro Settinieri è un fiume in piena. “Abbiamo creato almeno 10 palle goal. Dovevamo vincere ed invece è finita in parità. Abbiamo giocato con i centrali non al meglio per acciacchi vari e durante la gara altri tre atleti si sono fatti male. Eppure nonostante tutto meritavamo la vittoria. Loro hanno segnato su un rimpallo mentre noi abbiamo creato tantissimo. I ragazzi hanno messo in campo tutto quello che avevamo e non posso rimprovarli di nulla. Una squadra che crea tanto e solo da premiare e da elogiare, soprattutto perchè difronte avevamo una diretta concorrente. Il pareggio ci sta solo perchè a volte la sorte non gira bene. Negli ultimi cinque minuti, a parte il palo c’era per noi un rigore netto non concesso ma questo è già capitato altre volte. Tutti dicono che non reggeremo fino alla fine ma il gruppo ha risposto alla grande. Noi siamo una matricola e dobbiamo fare il nostro cammino. Stiamo dando soddisfazioni alla società ed alla città nonostante il gruppo esiguo.Faccio i complimenti al Giarre perchè hanno tenuto bene il campo e sono stati bravi a trovare il pareggio”.

Articoli