Promuovere e favorire l’integrazione di ragazze e ragazzi con e senza disabilità attraverso lo sviluppo di 6 laboratori sperimentali per la co-progettazione, costruzione e l’utilizzo di barche a vela. E’ questo lo scopo della seconda edizione del progetto nazionale messo in piedi dalla Uisp – Unione Italiana Sport per Tutti – al quale prenderanno parte anche i ragazzi con disabilità ospiti del Centro Aiffas di Vittoria, i velisti del circolo Velico Anemos di Scoglitti ed i ragazzini delle diverse scolaresche cittadine.
Il Progetto – ispirato al mondo della filibusta, dove vigeva un accordo di mutua collaborazione tra membri dell’equipaggio – ha vinto il bando di “Fondazione Vodafone, OSO-Ogni Sport Oltre”e prevede l’Inclusione-coinvolgimento dei ragazzi con disabilità oltre al rapporto fra scuole e associazionismo sportivo. Uno degli obiettivi dell’intervento è quello di creare una rete di collaborazione che sia inclusiva e consenta a tutti di svolgere attività sportiva.
Le azioni, che si suddivideranno in attività didattico formativa, laboratori di costruzione barche a vela, comunicazione e varo nazionale, verranno seguite dai responsabili del centro Aiffas, dal presidente del Comitato Uisp Iblei Tonino Siciliano e dagli istruttori del Circolo Velico Anemos Stefano D’Amico e Giorgio Pluchino. Scopo dell’iniziativa? Far conoscere ai ragazzi la filibusta, spiegando loro che in alcune circostanze il confine tra abilità e disabilità è davvero labile. Le fasi progettuali si svolgeranno prevalentemente presso il laboratorio di falegnameria della associazione AIFFAS per poi spostarsi presso i locali del Circolo Velico Anemos di Riviera Lanterna, luogo idoneo per il varo della barca.
Soddisfatti per il progresso mostrato da tutti i protagonisti coinvolti, il presidente del Comitato Uisp Iblei Tonino Siciliano ed il presidente del Circolo Velico Anemos Lino Di Rosa: “In qualità di rappresentanti del mondo sportivo non possiamo che condividere i principi di inclusione e valorizzazione del progetto in essere. Uisp di Ragusa e Anemossono onorati di collaborare insieme ai tanti e volenterosi ragazzi ospiti del centro Aiffas di Vittoria”.
Entusiasta per il via ai lavori, Ilenia Occhipinti, responsabile dell’Associazione Sportiva Aiffas “La cosa più bella – spiega – sarà vedere all’opera all’interno dei laboratori di falegnameria i nostri ragazzi. Costruiranno una barca a vela con le loro mani, un motivo di gioia e di orgoglio che vivremo insieme. Crediamo in questo progetto perché convinti che la disabilità non debba rimanere da sola o all’interno delle mura di un’associazione, viceversa lavoriamo per creare una rete umana capace di aprirsi alla città quotidianamente”.

Articoli