Sette punti nelle ultime quattro gare. È un Marina di Ragusa in salute quello che ha ripreso martedì  la preparazione in vista della gara esterna di domenica sul campo del Marsala. I rossoblù sono arrivati all’appuntamento dopo la vittoria sulla Palmese che ha allungato a quattro turni la serie positiva. I tre punti hanno permesso ai ragazzi di Salvatore Utro di mettere sotto in classifica quattro formazioni e di allontanare le ultime due piazze che alla fine della stagione significano retrocessione diretta in Eccellenza. A decidere il match è stato Domenico Mistretta, al nono sigillo stagionale, settimo in campionato. Il bomber nativo di Salemi poco dopo ha sbagliato un rigore per poi rimediare un cartellino rosso contro la sua ex squadra con cui l’anno scorso ha segnato sei reti in 24 gare. “Avevi chiesto ai ragazzi una grande prova – afferma il tecnico Salvatore Utro –  perchè speravo nella vittoria ed ero convinto che sarebbero tornati i tre punti ma avevo il timore che sarebbe successo qualcosa. Per i primi 20 minuti siamo stati padroni del campo. Siamo passati in vantaggio, ci siamo costruiti il rigore del possibile 2-0 ed, invece, lo abbiamo fallito e, poi, non sono cosa è successo, gomitata, bracce larghe, fatto sta che abbiamo giocato con l’uomo in meno   per 40 minuti. Noi eravamo preparati a tutto per tornare alla vittoria che mancava dal primo settembre. I ragazzi hanno fatt qualcosa di straordinario sotto l’aspetto caratteriale. Hanno dato tutto e li ringrazio. Era importante vincere, è stata una partita maschia, combattuta. In queste undici partite è successo di tutto, anche in questa gara abbiamo avuto un condizionamento rimanendo in dieci ma siamo stati bravi a rimanere calmi e attenti. Si doveva vincere al di là dell’aspetto tecnico ed alla fine non abbiamo mai rischiato il pareggio anche se quando siamo tornati a giocare in parità numerica siamo rimasti troppo bassi concedendo alla Palmese qualche  traversone. Sono certo che 11 contro 11 avremmo fatto qualcosa interessante tecnicamente. Voglio ringraziare chi è entrato perchè ha letto bene la partita ed anche chi non ha giocato considerato che ha lavorato per preparare al meglio la gara. Il bomber Mistretta è contento per i tre punti conquistati dal Marina e non sa spiegarsi il cartellino rosso. “Per noi era importante tornare a vincere. Non so cosa ha visto l’assistente. I miei compagni hanno dovuto difendere il vantaggio in inferiorità numerica”.
Sull’altro fronte Antonio Venuto, tecnico navigato da poco più di un mese alla guida della Palmese, parla di gara difficile per il suo team ma anche delle scelte arbitrali. “Per noi c’era un rigore – tuona Venuto – non è la prima volta che succede mentre ne abbiamo subito sei. Il goal del Marina di Ragusa era evitabile. La palla è rimasta dentro l’area piccola senza che nessuno la colpisse. Poi è stato bravo Mistretta a metterla in rete. Il campionato è ancora lungo e noi contiamo di risalire la china con qualche innesto nel mercato di riparazione. Il Marina di Ragusa con i tre punti conquistati ha fatto un bel passo in avanti ma la classifica in basso è molto corta con tante squadre racchiuse in un fazzoletto”.
Il direttore generale Nunzio Calogero, è contento per i tre punti ma anche per il successo dell’iniziativa   “Tutti al Selvaggio” lanciata dalla società la scorsa settimana che ha coinvolto le scuole calcio di Ragusa e Vittoria ed anche i diversamente abili.  “A nostro parere si tratta di un atto dovuto nei confronti del territorio, visto che rappresentiamo la massima espressione di categoria calcistica in provincia, ed un atto dovuto per il nostro territorio, sia per la crescita dei nostri giovani che per la conoscenza dei nostri luoghi in giro per l’Italia meridionale.  Abbiamo garantito l’ingresso gratuito a tutti i ragazzi diversamente abili e comunque alle associazioni in sostegno di ragazzi disagiati così come a tutte le scuole calcio del territorio ibleo. Nell’intervallo della gara, inoltre sono stati regalati, a sorteggio diversi palloni ufficiali del Marina autografati e l’ingresso gratuito, per ragazzi ed accompagnatori, per il prossimo impegno interno del Marina di Ragusa in agenda il primo dicembre contro il Roccella. Il team rossoblù, infatti, è atteso dalle trasferte sui campi del Marsala e della Cittanovese.

Articoli