“Sinceramente bugiardi” è il capolavoro del primo Alan Ayckbourn, quello più farsesco ma anche dotato di uno stupefacente virtuosismo nel costruire una pièce irresistibile con il minimo dei mezzi: un banale equivoco e due coppie appartenenti a generazioni diverse. Tutto ruota attorno ad un tema proprio della farsa: le bugie dei personaggi e gli equivoci che esse provocano in un mondo apparentemente ordinato. Una costruzione che ben riesce al Piccolo Teatro Popolare che ha proposto questa girandola di eventi, con Filippo, maturo uomo d’affari, che vuole passare un weekend con la sua giovane amante Giulia che ha una relazione seria (il matrimonio è in vista) con lo squattrinato Gigi. Quest’ultimo ha qualche dubbio sulla fedeltà della ragazza, come ne ha anche Sonia, moglie paziente ma non ingenua, sul marito Filippo. In una situazione di questo genere, Gigi si presenta nella casa dei due maturi coniugi credendo di parlare con i genitori della fidanzata e annunciando il matrimonio. Filippo, a sua volta, è convinto che Greg sia l’amante della moglie. E come se non bastasse, nel contesto si inserisce pure Franco, socio in affari di Filippo, amante di Sonia, oltre che di Giulia. Insomma, una baraonda sentimentale che il regista Antonino Marù riesce a gestire con sapienza, adattandole scene alla realtà locale e garantendo alla commedia un ritmo che la fa diventare irresistibile, prova ne siano gli applausi a scena aperta che i cinque attori hanno strappato al numeroso pubblico. La rappresentazione, andata in scena in quest’ultimo weekend, è stata interpretata da Federica Bisceglia, Gianni Ancione, Luisa Corallo, Pippo Dipasquale e Armando Cappuzzello. La regia ha saputo restituire al testo la capacità di coniugare ritmi forsennati e mano leggera con la capacità di indagare le psicologie dei personaggi. “Sinceramente bugiardi” tornerà in scena sabato 30 novembre alle 21 e domenica 1 dicembre alle 18,30 sempre al teatro Leader di via Ettore Fieramosca 163. Per informazioni e prenotazioni: 0932.624141, 338.6906693. Posto unico: 7 euro.

Trovi anche questo spettacolo all’interno del nostro calendario 97100… a teatro!

Articoli