Al Prima Classe arriva Chris Obehi. Il 10 dicembre a Ragusa, in concomitanza con la Giornata Mondiale dei diritti umani, una serata di musica e integrazione organizzata da Studio 44. Chris Obehi nasce in Nigeria nel 1997. Si avvicina presto alla musica grazie ai familiari, artisti di musica gospel. Prima di lasciare la Nigeria suonava il pianoforte e il basso in chiesa. Attraversata l’Africa e poi il mare arriva in Italia nel 2015: Lampedusa, Messina e poi Palermo. Nel capoluogo siciliano, dove adesso vive, intraprende gli studi di contrabbasso al conservatorio Alessandro Scarlatti e scopre una passione per la musica tradizionale siciliana. Suona la chitarra e canta, in siciliano, le canzoni di Rosa Balistreri. Si è esibito in diverse importanti manifestazioni musicali. OBEHI è il suo nome in Esan, vuol dire “hand of an angel”, “mano d’angelo”. È un nome tradizionale nigeriano che è stato scelto dalla nonna e per questo OBEHI è il nome che Chris ha scelto di dare al suo primo album, in uscita a breve, e che conterrà canzoni in siciliano, in italiano, inglese tra cui inediti di vari generi musicali. Un’esibizione multiculturale e multimusicalegrazie a Chris nella serata ragusana che il Prima Classe e Studio 44 hanno organizzato per martedì 10 dicembre alle 21.30.

Articoli