Si chiama Giuseppe, ha 28 anni, originario di Scicli… e una vita a tutto gas! Giusto il tempo di spegnere i motori a Mirabilandia (Ravenna) e al Parque Warner (Madrid), prendere l’aereo e trasferirsi insieme ad un cast internazionale di venti persone, tra stuntman, presentatori e tecnici, a Riyad, capitale dell’Arabia Saudita per un evento davvero speciale.
In occasione infatti di Riyadh Season, strepitosa festa che si sviluppa in 12 zone della città dedicate a oltre 100 eventi distribuiti in 70 giorni di festeggiamenti (tra cui addirittura uno spettacolo del Cirque du Soleil) Stuntmanshow Productions, azienda leader nella produzione di spettacoli, ha realizzato Police Academy, un singolare stunt show con l’ausilio dei suoi fidati piloti di auto e moto (Marco Giony, Matteo Andreella, Victor Bujeac, Davide Iannaccone, Domenico Tarantini, Mario Cano Juan Luis Fraile, Edoardo Rodrigez, Marcos Jose Cagliostro) due presentatori (Davide Padovan, Christian Seminara) e attori e tecnici, tra cui proprio Giuseppe Arizza insieme a Marco Valtancoli e Javi Villaescusa.
Per l’occasione sono state costruite 8 arene per 8 piste, una delle quali ospiterà anche i piloti di formula uno Vettel e Leclerc nonchè altri piloti mondiali come Ken Block e Terry Grant.
Un’altra area sarà dedicata al Monster Jam e un’altra ancora alle mitiche Ferrari, mentre Cristina Castagnoli, romagnola doc, sarà la prima donna a guidare durante uno spettacolo del genere, ed Emanuele Brighi, appena 14enne, sarà il più giovane pilota che si esibirà in spericolate evoluzioni driftando da collaudato professionista.

“Sono capitato per caso in questo gruppo di folli artisti” – racconta Giuseppe – “Ho iniziato sei anni fa, prima come animatore per i più piccoli e archeologo strampalato alla ricerca di cuccioli di dinosauro, per poi presentare tuffandomi in piscina con nuotatori internazionali professionisti a Mirabilandia. Dalla Sicilia all’Arabia è stato un attimo! In sei ore di aereo con il mio staff siamo arrivati qui e abbiamo messo in piedi uno show con venti stuntrider e stuntbiker”. Uno spettacolo dove Giuseppe interpreta il cadetto più folle di una scuola di polizia davvero originale.

Articoli