Ed anche quest’anno ho seguito per voi la notte dei Golden Globes. Possiamo definirla l’edizione delle battutacce e della satira pungente da parte del presentatore e comico Rick Gervais, famoso per il suo essere cinico; ha lanciato frecciatine a chiunque, richiamando addirittura scandali accaduti nel mondo dello spettacolo durante il 2019. Anche Joaquin Phoenix non le ha mandate a dire: oltre alle varie battute, l’attore ha anche citato il cambiamento climatico, la tragedia in Australia ed ha ringraziato per il menù vegano presente in sala.

Trovo che tutti i premi assegnati siano meritati, ed in particolare non posso che essere sono davvero soddisfatto per il riconoscimento come miglior attore dato a Phoenix per la sua interpretazione magistrale in Joker, e da buon fan di Tarantino sono davvero felice per i premi che ha preso il suo film: ho trovato molto bella la dedica che Brad Pitt ha fatto al collega Leonardo Di Caprio (dopo vari complimenti ed elogi, ha pure detto che nel film del Titanic lui gli avrebbe fatto posto su quella tavola!) Tuttavia ho provato parecchia delusione nel non vedere nessun premio per Martin Scorsese che ha fatto un lavoro unico nel suo genere con il suo The Irish Man. Speriamo che gli Oscar gli riservano una sorte migliore! Ma intanto ecco tutti i premi assegnati:

– Miglior film drammatico: 1917 di Sam Mendes
– Miglior film commedia o musicale: C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino
– Migliore attrice in un film drammatico: Renée Zellweger in Judy
– Migliore attore in un film drammatico: Joaquin Phoenix in Joker
– Migliore attrice in una commedia o film musicale: Awkwafina in The Farewell – Una buona bugia
– Migliore attore in una commedia o film musicale: Taron Egerton in Rocketman
– Migliore attrice non protagonista: Laura Dern in Storia di un matrimonio
– Migliore attore non protagonista: Brad Pitt in C’era una volta a… Hollywood
– Migliore regia: Sam Mendes per 1917
– Migliore sceneggiatura: Quentin Tarantino per C’era una volta a… Hollywood
– Miglior film d’animazione: Missing Link di Chris Butler (Laika)
– Miglior film straniero: Parasite (Corea del Sud)
– Migliore colonna sonora originale: Hildur Guðnadóttir per Joker
– Migliore canzone originale: (I’m Gonna) Love Me Again in Rocketman. Musica: Elton John. Testo: Bernie Taupin

Ecco invece i vincitori dei Golden Globe per le Serie tv:

– Miglior serie tv drammatica: Succession
– Migliore serie tv comica o musicale: Fleabag
– Miglior miniserie o film per la tv: Chernobyl
– Migliore attrice in una mini serie o film per la tv: Michelle Williams in Fosse/Verdon
– Migliore attore in una mini serie o film per la tv: Russell Crowe in The Loudest Voice – Sesso e potere
– Migliore attrice in una serie tv drammatica: Olivia Colman in The Crown
– Migliore attore in una serie tv drammatica: Brian Cox in Succession
– Migliore attrice in una serie comica o musicale: Phoebe Waller-Bridge in Fleabag
– Migliore attore in una serie tv comica o musicale: Ramy Youssef in Ramy
– Migliore attrice non protagonista in una serie o miniserie o film per la tv: Patricia Arquette in The Act
– Migliore attore non protagonista in una serie o miniserie o film per la tv: Stellan Skarsgård in Chernobyl
– Golden Globe Cecil B. deMille Award: Tom Hanks
– Golden Globe Carol Burnett Award: Ellen DeGeneres

Facendo un grande applauso a tutti i vincitori, ci diamo ovviamente appuntamento agli Oscar, che si terranno nella notte del 9 febbraio 2020. Non vedo l’ora di seguirla, come sempre, per voi!

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli