Non possiamo affermarlo con certezza, ma qualora fosse confermata una maggiore affluenza di turisti dalle nostre parti, il merito è da tributare anche al New York Times! Il noto quotidiano statunitense ha, infatti, inserito Sicilia e Molise, insieme anche ad Urbino, che si trova nelle Marche – nella sua lista delle 52 destinazioni da visitare. Tra le mete preferite del 2020 troviamo anche Tokyo, dove quest’anno si terranno le Olimpiadi, e le Bahamas, un paradiso ambito da tutti. Un’altra meta molto ambita è la Groenlandia. Si tratta di scelte che sono state suggerite per un mix di fattori legati a sostenibilità e storicità, ma vediamo meglio perchè le due regioni italiane hanno ricevuto questa menzione.

La Sicilia, affermano gli esperti del New York Times, ha avuto una rinascita negli ultimi anni a livello turistico grazie anche alle sue tradizioni culinarie ed alla presenza del Vulcano. Oltre ai luoghi e le tradizioni gli esperti hanno apprezzato anche alcune iniziative come EtnaAmbiente, un’app che aiuta abitanti e turisti a fotografare e denunciare l’inquinamento, e Food Heritage Association, che si occupa di celebrare gli ingredienti tipici della cucina sicula. Il Molise per il Times è la metà ideale per chi cerca un’Italia tradizionale al tempo stesso incontaminata, con aree archeologiche come Saepinum, le coste pulite e le montagna, che fanno da sfondo al cammino della transumanza che l’anno scorso è stato iscritto nelle liste dell’Unesco. Riguardo Urbino, qui è la storia a parlare: sono trascorsi 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio e, in occasione di questo importante anniversario, nella galleria nazionale delle Marche si terrà una mostra in suo onore. Urbino è, inoltre, la capitale del libro e Mecca del jazz.

Nell’attesa dei risultati, concreti e tangibili, di tale riconoscimento e della conseguente rilevanza mediatica, intanto ci coccoliamo con questa blasonata menzione!

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli