Se io vi dicessi Disney, cosa vi viene in mente? La risposta è automatica: una magica quantità di film e capolavori senza età e senza tempo che ci hanno permesso – e ci permettono – di sognare ad occhi aperti. Il 19 marzo a Milano presso il Mudec, ci sarà la possibilità di vivere la storia del celebre studio attraverso i bozzetti dei primi cartoni animati fino ai più avanzati strumenti di computer grafica.

Tutti ricordiamo Walt Disney, uno dei personaggi maggiormente iconici del ‘900, un uomo che ha lasciato l’impronta trai i migliori cineasti ed uno dei padri fondatori del Cinema di animazione, nonché fondatore della casa produttrice che ancora oggi grazie sia ai suoi classici ma anche ai lungometraggi Pixar  fanno incantare adulti e bambini a livello mondiale.

Questa mostra è stata promossa dal Comune di Milano-Cultura, e sarà prodotta da 24 Ore Cultura, a cura della Walt Disney Animation Research Library; prevede la collaborazione del critico del fumetto del cinema di animazione Federico Fiecconi. Lo scopo sarà di condurre i visitatori alla scoperta dei  processi creativi e produttivi, raccontando le vari fasi di sviluppo dei capolavori di animazione. Si svelerà così il mistero di come registi animatori e sceneggiatori hanno tradotto fiabe e racconti letterari in immagini animate – grazie allo strumento del disegno e dei vari sistemi tecnologici nel tempo come la computer grafica – approfondendo anche lo studio dei sentimenti e comportamenti sia dell’uomo sia dei vari animali, così da creare personaggi come Topolino, Paperino ma anche Pinocchio, Biancaneve e i sette nani, La bella e la bestia e Fantasia (e sono solo alcuni dei capolavori firmati Disney).

Inoltre i visitatori avranno modo di costruire un vero e proprio racconto attraverso postazioni interattive ed una scenografia che evoca le atmosfere disneyane. Un appuntamento da non perdere dove, oltre a saziare la vostra fame di curiosità e sapere, potrete essere dei protagonisti creativi accompagnati dalla magia, dalla fantasia e dal fascino Disney.

Alessandro Rimaudo

Alessandro Rimaudo

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli