Trasfertostica per la TD Car Virtus Ragusa che sul campo della Melfas Gela deve sudare per portare a casa due punti preziosissimi per la classifica. Al Pala Itis i ragazzi di coach Bernardo corrono veloce e mettono in difficoltà i ragusani. 

Iavvio il Gela corre a ritmi subito sostenuti tanto daportarsi avanti di otto lunghezze nei primi 4 minuti di gara. Kuburovic e Ventura portano avanti la propria squadra dettando i ritmi del match. Mi ragusani non stanno a guardare e dopo un inizio appannato entrano in partita e cominciano la risalita a suon di punti dallarea e da fuori. Bakula e Di Dio fanno girare palla velocemente creando situazioni di gioco che portano a finalizzare senza problemi. Sorrentino dopo azioni ben costruite riesce concretizzare dalle plance nonostante la difesa gelese risulti impenetrabile da ogni settore. Inuovi innesti dei padroni di casa Sanogo e Ndaye danno maggiore spessore alla squadra localeche mostra un attacco più incisivo in area. Entrambe le compagini di gioco non vogliono perdere e si corre da unparte allaltra del campo seguendo ritmi serratissimi e con un punteggio sul tabellone che oscilla tra sorpassi e controsorpassi.

Aritorno dal riposo lungo i ragusani sembrano più decisi a fare passi avanti e cercare un allungo sui gelesi. Dallaltra parte i padroni di casa non intendono lasciar andare gli iblei e il ritmo della gara si mantiene sempre elevato. Ldifesa virtussina adesso risulta coriacea e più compatta facendo schiantare ai 24 secondi i ragazzi di coach Bernardo. Serrani e Ventura spingono i propri con punti che accendono il Pala Itis gremito di tifosi. Salafia sotto le plance diventa fondamentale per bloccare ogni tentativo offensivo messo in atto dalle new entry gelesi. Sorrentino continua la striscia positiva e allunga il divario tra le squadre a suon di tripleI padroni di casa accusano il colpo e, sfiancati da una difesa ospite impenetrabileperdono lucidità e sprecano palle potenzialmente utili. Napprofitta invece la Virtus Ragusa che nellultimo periodo assesta punti ben costruiti e non permette ai locali nessun spazio di manovra nella propria area. Schiude così il match con il risultato finale di 57 a 69 per gli iblei.

«Gela  ha commentato a fine match coach Di Gregorio – è una squadra che soprattutto nelle ultime gare ha dimostrato solidità acquisendo consapevolezza dei propri mezzi. Limpatto con la partita non è stato dei migliori, vuoi per limpeto dei padroni di casa sia per le nostre occasioni perse, ma alla fine siamo riusciti a fare un break e questo ci ha permesso di prendere fiducia e gestire il vantaggio fino alla vittoria finale».

Articoli