Qual è la città giusta? Quali sono le scelte da compiere per migliorare? Quale contributo può arrivare dai più piccoli? Questi gli interrogativi che i ragazzi dell’Acr della parrocchia Sacro Cuore di Ragusa hanno posto al sindaco Peppe Cassì nel corso di un incontro tenutosi lo scorso sabato pomeriggio, nel salone parrochiale, alla presenza del primo cittadino accompagnato dal consigliere comunale Daniele Vitale. E’ stato il viceparroco, Vincenzo Guastella, a moderare gli interventi e soprattutto a ringraziare l’amministrazione comunale per avere accolto l’invito dei ragazzi. A salutare i presenti il presidente parrocchiale dell’Azione cattolica, Maria Criscione, mentre a introdurre il tema “E’ la città giusta” è stata la responsabile Cinzia Schembari. Le richieste più frequenti sono state quelle che hanno riguardato la sistemazione delle strade, la presenza di maggiore verde attrezzato, le carenze della pubblica illuminazione, gli spazi riservati alle giovani generazioni che abitano il quartiere limitrofo alla chiesa del Sacro Cuore. “E’ stata – sottolinea il parroco, don Marco Diara – una esperienza straordinaria anche perché ha consentito di porre sotto i riflettori, alla presenza dei più piccoli, le esigenze del nostro quartiere che poi, nella maggior parte dei casi, sono quelle ravvisate in tutta la città. Il salone parrocchiale ha fatto da cornice a un evento di qualità che fornisce lo spunto per ulteriori approfondimenti per esaminare gli impegni assunti dal Comune, con l’auspicio che gli stessi possano essere attuati al più presto. Ringraziamo naturalmente il sindaco per avere accolto il nostro invito e ci auguriamo che possano esserci occasioni del genere anche in futuro”.

Articoli