Una bella storia di collaborazione tra giovani e innovative imprese italiane, che coinvolge anche delle realtà made in Ragusa. Tutto nasce quando si scopre che le maschere Decathlon Easybreath per fare snorkeling (ovvero nuotare sott’acqua ma in superficie guardando attraverso delle apposite maschere il fondale) possono essere “convertite” per la respirazione in terapia intensiva. Mancava, però, solo una cosa: una particolare valvola per collegare la maschera all’ossigeno. Ed ecco la soluzione: chiedere a più aziende italiane possibili di realizzarle stampandole in 3D. E non poteva non rispondere una delle realtà più ampie in Italia del settore, che ha una sua sede anche a Ragusa.

All’appello dei FabLab di tutta Italia a tutti i “makers” (artigiani digitali), infatti, hanno risposto anche i ragazzi della sede 3DItaly di Ragusa: Salvo, Davide e Dario, che si sono uniti insieme a tutti gli altri a livello nazionale, e in tempi record hanno prodotto i primi esemplari, già impacchettati e pronti per essere spediti!

L’unica cosa che rimane da fare, a questo punto, è che si possano trovare più maschere snorkeling possibili, essendo un po’ difficile trovarle. Per questo, nasce l’appello dell’Ospedale di Parma a tutti coloro che ne hanno almeno una e sono disposti a donarla. E’ stata diffusa questa locandina, che vi invitiamo a fare girare!

Orazio Emmolo

Orazio Emmolo

Ho sempre pensato a 97100 come un contenitore di cose belle, ora è realtà e tendo a riempirlo di musica che ascolto e commento in maniera diretta senza fronzoli.
Nella vita mi occupo di comunicazione e di business, sono appassionato di musica e di infrastrutture, strade e autostrade.

Visualizza tutti gli articoli

Articoli