Diverse le attività che il gruppo di Ragusa del Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta sta portando avanti per far fronte all’emergenza Covid-19.
I volontari – presenti su tutto il territorio della provincia iblea – hanno ottenuto la collaborazione di grosse aziende del settore agroalimentare, le quali, senza esitazione, hanno messo a disposizione con generosità i propri prodotti che, tramite le parrocchie e gli Istituti religiosi, possono così essere consegnati alle persone in difficoltà di Ragusa, Modica, Ispica, Pozzallo, Santa Croce, Vittoria, Comiso, Pedalino, Chiaramonte, e delle zone rurali limitrofe.
Cisom Ragusa ringrazia le aziende “per l’enorme sensibilità dimostrata”. Riconoscenza anche per le donazioni di benefattori, che vogliono rimanere anonimi: diverse famiglie sono state omaggiate di buoni spesa.
Il gruppo Cisom di Ragusa ha, inoltre, dato avvio anche a una campagna di raccolta di tablet e pc, da ricondizionare e da regalare ai ragazzi di Scicli e di Modica che non possano seguire le lezioni da casa. A Scicli l’attività è svolta in sinergia con il Lions Club Scicli Plaga Iblea, a Modica con il Rotary di Modica. Seguiranno presto altre attivazioni negli altri comuni della provincia. “Si tratta di tanti piccoli gesti, ma di grande aiuto per chi vive questo periodo in maniera ancora più tribolata – spiegano i volontari Cisom – Il Corpo Italiano di Soccorso dell’ordine di Malta è immediatamente intervenuto, sin dai primi giorni di febbraio, nel far fronte all’emergenza da Covid-19, facendo proprio il carisma quasi millenario dell’Ordine di Malta, che dona al lavoro dei volontari un valore aggiunto di assoluta importanza e che si concretizza nella particolare attenzione ai bisognosi e ai sofferenti, assistendo persone in emergenza, in difficoltà o che più in generale necessitano di sostegno e aiuto”.

Alessia Cataudella

Alessia Cataudella

Direttore responsabile di 97100 Magazine

Visualizza tutti gli articoli

Articoli