La tanto attesa ripartenza post Covid del mondo motosport è andata, con un Rally del Casentino filato via senza intoppi, e che resterà nella storia, come prima gara post lockdown e primo a porte chiuse, senza pubblico. Un grazie va agli appassionati che hanno rispettato quanto gli era stato chiesto, mostrandosi intelligenti e maturi. Una gara vera, fin dai primi km, bella ed appassionante come sempre, che ha visto il dominio di Andrea Crugnola, in testa fin dal via in coppia con Pietro Ometto sulla Citroen C3 R5, vincitore di sei delle sette prove speciali in programma. La rimanente è andata ad un altro big molto atteso della vigilia, Damiano De Tommaso (campione in carica IRCcup), navigato da Patrick Bernardi sulla Skoda Fabia R5: ha chiuso staccato di 21” e 1 decimo dal vincitore, precedendo di quasi 20” Fabio Andolfi, forse un po’ in difficoltà e mai entrato per la lotta alla vittoria, al volante della Skoda Fabia R5 navigato da Giorgia Ascalone, i quali si sono dovuti guardare da un veloce Avbelj (sloveno, quinta gara ufficiale per lui) finito dietro di soli 4 secondi e mezzo. Quinto assoluto con l’unica Wrc in gara Paolo Porro, ad oltre 1 minuto dal leader; a seguire Rovatti staccato di un 1 secondo e 7 decimi, e poi Razzini, Signor, Dal Ponte ed il locale Cresci a chiudere la top ten. Da segnalare i ritiri per Felice Re (problemi tecnici) e Tosi uscito di strada nell’ultima prova.

Ricordiamo, come già detto nel precedente articolo pre-gara, che molti hanno usato questo appuntamento come gara test in vista del campionato italiano Rally, che partirà tra 15 giorni con il Rally Roma Capitale valido anche per l’ERC.

Last but not least, i complimenti vanno agli organizzatori ed alla Scuderia Etruria: con gli occhi di tutta Europa puntati addosso, dato che si trattava della “gara della ripartenza”, hanno fatto in modo che tutto andasse come si sperava. Da parte nostra, un sentito ringraziamento per l’accredito stampa che ci ha permesso di seguire la gara sia all’interno del nostro magazine online che sulla nostra pagina Facebook. Il video riassuntivo della gara (che vi riproponiamo qui) ha avuto più di settemila visualizzazioni e raggiunto ventimila persone.

Articoli