Roberto La Malfa entra ufficialmente nel settore tecnico del Marina di Ragusa Calcio, col ruolo di preparatore dei portieri. L’ex numero è già a disposizione dello staff tecnico per la programmazione della preparazione atletica dei calciatori che inizierà il 10 agosto in sede. La Malfa è l’unico volto nuovo del team di serie D dopo la conferma del tecnico Salvatore Utro e l’annuncio del vice allenatore Alessandro Nigro (promosso dalla formazione juniores), e la conferma del professore Saro Marangio nel ruolo di preparatore atletico. “Sono contento delle scelte – afferma Utro – sono sicuro che insieme faremo un buon lavoro. L’intento è quello di proseguire il lavoro fatto l’anno scorso, in modo particolare nel girone di ritorno”.
La Malfa ha un curriculum di tutto rispetto. Preparatore dei portieri in Lega Pro con Akragas e Sicula Leonzio; tra i dilettanti a Palazzolo Acreide, Santa Croce, Ragusa.
“Dopo un pò di anni torno a far parte di una squadra che milita nel campionato di quarta serie – sono le prime parole di La Malfa, subito dopo la stretta di mano con il direttore generale Nunzio Calogero ed il direttore sportivo Cesare Sorbo – con immensa gioia. Devo però ringraziare il Santa Croce Camerina per come sono stato trattato in questi anni di collaborazione con loro. E anche per la possibilità che mi hanno dato per accettare il mio nuovo incarico. Entro in una nuova famiglia – aggiunge La Malfa – e metterò a disposizione del tecnico Utro la mia esperienza, nella consapevolezza di poter lavorare insieme per un unico obiettivo. Con questa società ci sono tutti i presupposti per costruire nel tempo un bel progetto calcistico. La lungimiranza della dirigenza rossoblu è un ottimo biglietto di presentazione per chi come me fa questo mestiere e lo fa con tutta la passione. Abbiamo subito trovato l’intesa proprio perché – conclude l’ex portiere – i progetti societari collimano con il calcio che a me piace esprimere nella preparazione dei portieri.”
Il Marina ringrazia l’ex preparatore dei portieri, Franco Capocasale per la grande professionalità dimostrata nel corso di questi anni di collaborazione, durante i quali la società ha vinto due campionati di fila ed una Coppa Italia. Capocasale, per motivi personali non ha potuto riconfermare la sua collaborazione. Da parte della società l’immensa gratitudine ad un vero professionista ed un uomo-spogliatoio.

Articoli