È stata una vera sorpresa per i bambini del cantiere educativo Crisci ranni a Modica, venerdì pomeriggio, poter incontrare il vescovo della diocesi di Noto, mons. Antonio Staglianò, che è stato presente in occasione della giornata finalein vista della pausa estiva, di Crisci ranni. A portare i saluti dell’amministrazione comunale è stato l’assessore Giorgio Linguanti.

Il primo momento, assolutamente ludico, è stata la partecipazione di mons. Staglianò al calcio balilla ‘umano’ insieme ai bambini e agli animatori. Un momento di divertimento e di grande fair play, a cui è seguito quello riservato alla riflessione affidata alle parole del vescovoIl momento conclusivo di Crisci ranni coincide con un giorno importante, quello in cui ricorre la Pasqua araba che ci insegna, al pari di quella ebraica, l’esigenza di volersi bene e amarsi anche se non si è fratelli di sangue. È lo stesso sentimento che esiste tra voi, non siete fratelli e sorelle di sangue, ma lo siete nel momento in cui vivete lamicizia, la fratellanza e la fraternità. A Crisci ranni condividano tutti insieme la nostra fraternità, non di sangue, ma di spiritualità perché siamo tutti figli di Dio. Siccome siamo tutti fratelli dobbiamo volerci bene e non dobbiamo esercitare violenza sugli altri. Ognuno deve amare come crede il Dio di ciascuno. Qui ci sono animatori che si prendono cura di voi e questo è amore. Il loro affetto nei vostri confronti deve riuscire a comunicare l’amore di Dio per ciascuno di noi. Se sentite e siete consapevoli che Dio vi ama, crescendo e diventando grandi, vi amerete tra di voi e sarete fratelli tra di voi”.

A prender la parola, a seguire, è stato l’assessore Giorgio Linguanti che ha portato il saluto del primo cittadino Ignazio Abbate e dell’amministrazione tutta, anticipando che si sta lavorando alacremente e a 360° per consentire di dotare il cantiere educativo Crisci ranni di spazi più estesi e più congrui alle attività di tutti i giorni.

Alla fine sono stati gli animatori a salutare i ‘loro’ ragazzi, ricordando che si tratta di un arrivederci per il mese di agosto, e che si tornerà attivi e operativi nell’organizzare doposcuola e attività sportive, didattiche, ludiche e di formazione subito dopo l’estate.

Articoli