La scienza nasce dall’esigenza dell‘essere umano di comprendere i fenomeni naturali e la loro dinamica. La fisica è la scienza che ha come obbiettivo lo studio della natura, delle proprietà osservabili e misurabili della materia attraverso le leggi che l’uomo ha scoperto nel tempo. Anche noi esseri umani, siamo soggetti a queste leggi e attualmente siamo giunti ad un punto in cui è inevitabile interrogarci su cosa possiamo fare di concreto per migliorare la nostra esistenza e quella del pianeta Terra. Approfondire alcune delle leggi che regolamentano l’universo può aiutarci a fare chiarezza anche sulla nostra visione del mondo.

Una delle leggi fondamentali della fisica che regola l’universo è la legge di causa ed effetto: ad ogni azione corrisponde una reazione uguale o contraria. A questo principio viene spesso associata la parola karma, derivante dalla radice del verbo “kr” della lingua sanscrita, che si traduce in agire, fare, produrre. Quindi assume il significato di azione spinta dalla volontà e di conseguenza è strettamente legato alla legge di causa ed effetto. Questo significa che tutto ciò che esiste è interconnesso in qualche modo all’origine delle cose. Focalizzandoci su questo possiamo dire di essere il frutto delle nostre scelte. Sono le nostre esperienze, conseguenti l’una all’altra, ad arricchire il nostro bagaglio. Ogni decisione che prendiamo, così come ogni azione che compiamo va a relazionarsi con altri effetti su diversi livelli, anche di comprensione. Non c’è modo di sfuggire a questa legge perché anche quando decidiamo di non far nulla, quel non fare produrrà i suoi effetti. Purtroppo molti dei fattori che influenzano le nostre azioni non dipendono solo da noi proprio a causa di questa legge e di questa interdipendenza. Il karma ci insegna che qualsiasi azione ha un effetto nella nostra vita, nella vita delle persone che ci circondano e anche se indirettamente, nel nostro pianeta. Quindi è bene educarci in questo senso e cercare di essere più responsabili perché questa legge è coerente e dà una sola certezza: coglieremo solo i frutti di ciò che abbiamo seminato. Ed è il caso di spezzare una lancia a favore della Terra, ricordandovi che sta subendo notevoli cambiamenti proprio a causa di scelte sbagliate e abitudini malsane che abbiamo acquisito nel tempo. Siamo noi a decidere di differenziare i rifiuti, a preferire sistemi ecosostenibili, a limitare l’uso di combustibili fossili, a salvaguardare il patrimonio forestale ed evitare di alimentare il mercato di animali selvatici portatori di virus pandemici per l’uomo, quindi siamo noi ad avere l’opportunità di fare la nostra parte per salvaguardare il pianeta. Come si usava dire in latino REPETITA IUVANT.

Un’altra legge molto interessante, ma poco discussa è la legge di risonanza: ogni qual volta una frequenza dinamica entra in contatto con qualsiasi cosa abbia la stessa frequenza in forma statica, per la legge di risonanza, quella statica comincerà ad emettere la stessa vibrazione. Per esempio, se mettiamo due diapason, aventi la stessa capacità vibratoria l’uno accanto all’altro e ne facciamo vibrare uno, l’altro comincerà ad emettere la stessa vibrazione poco dopo. E noi in che modo possiamo relazionarci a questa legge? Il nostro modo di essere e di pensare crea risonanza riflettendo nel nostro corpo e nella nostra realtà emozioni e stati d’animo che ci fanno emanare una data vibrazione. Siamo una costante emanazione ed entreremo in risonanza solo con chi emana le nostre stesse frequenze. Se tendiamo ad avere un atteggiamento negativo e poco risolutivo attrarremo a noi persone con lo stesso atteggiamento e sarà meglio fare uno sforzo e chiederci come questo avviene. Perché anche in questo abbiamo la facoltà di scegliere e la possibilità di cambiare. E a proposito di questo introduco anche un’altra legge appartenente alla fisica moderna: la Legge dell’Uno, che sebbene vada al di là della limitatezza delle parole, può essere approssimata affermando che tutte le cose sono Uno, che non c’è giusto o sbagliato, non c’è polarità, non c’è disarmonia, ma solo identità. Noi siamo unità. Noi siamo infinito. Noi siamo. Questa è la Legge dell’Uno. Ed è per questo motivo che tendiamo ad attrarre ciò che è simile a noi e a respingere ciò che è lontano dalla nostra realtà. Infatti riusciamo ad emanare solo ciò che riusciamo a percepire, d’altro canto non riusciamo a concepire cose che non abbiamo coltivato prima dentro di noi.

I grandi padri della scienza come Leonardo Da Vinci, Galileo, Isaac Newton, Albert Einstein non sono conosciuti solo per i loro esperimenti scientifici. Avevano profonde conoscenze della matematica e della fisica, ma anche dell’astronomia, della filosofia, dell’alchimia, delle varie forme d’arte della natura umana. Hanno alimentato il loro intuito e fatto dei loro esperimenti uno stile di vita, mettendo in risalto il fatto che non si smette mai di imparare e di quanto sia importante ampliare le proprie conoscenze per poter comprendere meglio il funzionamento del mondo.

Articoli