Fun

The Game Awards, tutto sull’edizione 2020 degli Oscar videoludici!

“The Game Awards” 2020, gli Oscar videoludici, hanno fatto sfregare le mani anche a chi non è un vero appassionato. Tutti sono curiosi di sapere qual è, infatti, il videogioco “Game of the Year”. L’occasione è molto ghiotta, tutte le case videoludiche approfittano per lanciare nuovi titoli e contenuti. Questa edizione è stata presentata da Sydney Goodman e di Geoff Keighley che ci hanno tenuto compagnia per oltre 3 ore, rispettando ovviamente tutte le norme anti Covid.

Tra i vincitori, ce ne sono tre che mi hanno colpito particolarmente e su cui avevo puntato maggiormente. Dopo averlo giocato tutti, puntavamo su Naughty Dog, che si aggiudica ben 6 premi, tra questi, il tanto atteso “Game of the year”.  The Last of Us Part II è un’opera d’arte non si può definire diversamente. Regala emozioni come il pianto e la rabbia, riuscendo a strappare qualche sorris. Ha una trama ed una capacità narrativa superiore al primo che hai tempi fu considerato un capolavoro. Altro premio meritatissimo va al poetico e incantevole Ghost of Tsushima titolo della compagnia Sucker Punch Production, in esclusiva per la console Sony. È un gioco ambientato nel Giappone del XIII secolo. Giustissimo il premio per la direzione artistica, visto che tutto sembrava così realistico, ogni schermata era un dipinto che prendeva vita. Ma, secondo me, vista anche la storia, avrebbe meritato qualche premio in più.

Ultimo, ma non meno importante, il premio miglior GDR dell’anno che va al remake di un gioco che ha segnato tante persone, appunto, il gioco di ruolo per eccellenza: Final fantasy VII, un remake fatto col cuore, curato in ogni minimo dettaglio ed anche se ci sono state delle aggiunte extra. Aspettiamo con ansia gli altri capitoli, per rivivere grandi emozioni ed essere coccolati dalla nostalgia.

L’edizione, tocca dirlo, è stata una delle più imbarazzanti e agghiaccianti degli ultimi anni. Lenta e senza nessuna suspense. Anche le presentazioni lasciavano a desiderare. Il trashissimo trailer di Ark 2 con Vin Diesel è stato qualcosa di inaccettabile visto che siamo in next generation. Dragon Age presentato senza nessun numero, un filmato scadente qualitativamente parlando, che non si è capito se fosse un sequel o un reboot della serie. Mass Effect: all’inizio ho esultato, però a mente fredda, rivedendolo, non lascia nulla. Perché fare un sequel sulla trilogia dopo tuto questo tempo, facendo uscire altri titoli della saga?

Quattro i momenti clou della serata. Super Smash Bros ultimate: hanno messo in campo una delle new entry più spettacolare che esista, Sephirot, facendo vedere anche alcuni spezzoni di gameplay davvero niente male. The Initiative: Progetto di cui si è sempre saputo poco. Hanno mostrato un trailer con delle atmosfere accattivanti, che fanno venire voglia di vederne altri, soprattutto qualche gameplay. Crimson Desert: MMORPG koreano, con un combat system vivace, che colpisce rispetto gli altri MMORPG.
Unica pecca che spero sistemeranno, cali drastici di frame rate.

Ultimo momento davvero emozionante è stata l’esibizione di Eddie Vedder, il fantastico cantante dei Pearl Jam, che ha eseguito in maniera magistrale “Future Days”, brano presente nel gioco dell’anno The Last of Us Part II. Esibizione che ha dato davvero, anche se per pochi minuti, una marcia in più allo show.

Un’ultima cosa positiva: avendo toccato davvero il fondo, mi auguro che le prossime edizioni siano più ricche e meglio strutturate, così da dire che questa edizione è solo un brutto ricordo di questo tragico 2020.

Ecco tutti i premi nel dettaglio. 

Miglior “Game Direction”:
• Final Fantasy VII Remake (Square Enix)
• Ghost of Tsushima (Sucker Punch Productions/SIE)
• Hades (Supergiant Gamese)
• Half Life: Alyx (Valve)
• The Last of Us Part 2 (Naughty Dog/SIE)

Miglior “Narrativa”:
• 13 Sentinels: Aegis Rim (Vanillaware)
• Final Fantasy VII Remake (Square Enix)
• Ghost of Tsushima (Sucker Punch Productions/SIE)
• The Last of Us Part 2 (Naughty Dog/SIE)
• Hades (Supergiant Games)

Miglior “Direzione Artistica”:
PUBBLICITÀ
• Final Fantasy VII Remake (Square Enix)
• Ori and the Will of the Wisps (Moon Studios/Xbox Game Studios)
• Ghost of Tsushima (Sucker Punch Productions/SIE)
• Hades (Supergiant Games)
• The Last of Us Part 2 (Naughty Dog/SIE)

Miglior “Score e Musica”:
• DOOM Eternal (id Software/Bethesda)
• Final Fantasy VII Remake (Square Enix)
• Hades (Supergiant Games)
• The Last of Us Part 2 (Naughty Dog/SIE)
• Ori and the Will of the Wisps (Moon Studio/Xbox Game Studio)

Migiolr “Audio Design”:
• DOOM Eternal (id Software/Bethesda)
• Half Life: Alyx (Valve)
• Ghost of Tsushima (Sucker Punch Productions/SIE)
• Resident Evil 3 (Capcom)
• The Last of Us Part 2 (Naughty Dog/SIE)

Miglior “Performance”:
• Ashley Jonhson – Ellie, The Last of Us Part 2
• Laura Bailey – Abby, The Last of Us Part 2
• Daisuke Tsuji – Jin Sakai, Ghost of Tsushima
• Logan Cunningham – Hades, Hades
• Nadji Jeter – Miles Morales, Spider-Man: Miles Morales
Games for Impact
• Kentucky Route Zero (Cardboard Computer/ Annapurna Interactive)
• If Found… (Dreemfeel/Annapurna Interactive)
• SpiritFarer (Thunder Lotus Games)
• Tell Me Why (Dontnod Entertainment/Xbox Game Studios)
• Through the Darkest of Times (Painbucket Games/HandyGames)

Miglior “Gioco in prosecuzione”:
• Apex Legends (Respawn Entertainment/Electronic Arts)
• Destiny 2 (Bungie)
• Call of Duty: Warzone (Activision)
• Fortnite (Epic Games)
• No Man’s Sky (Hello Games)
Miglior “Indie”
• Hades (Supergiant Games)
• Carrion (Phobia Games Studio/Devolver Digital)
• Fall Guys (Mediatonic/Devolver Digital)
• SpiritFarer (Thunder Lotus Games)
• Spelunky 2 (Mossmouth)
Miglior “Gioco Mobile”
• Among Us (InnerSloth)
• Genshin Impact (miHoYo)
• Call of Duty: Mobile (Activision)
• Legends of Runeterra (Riot Games)
• Pokémon Café Mix (The Pokèmon Company)
Miglior “Supporto alla Community”
• Apex Legends (Respawn Entertainment/Electronic Arts)
• Destiny 2 (Bungie)
• Fortnite (Epic Games)
• Fall Guys (Mediatonic/Devolver Digital)
• No Man’s Sky (Hello Games)
• Valorant (Riot Games)
Miglior “Gioco VR/AR”
• Half Life: Alyx (Valve)
• Dreams (Media Molecule/SIE)
• Iron Man VR (Camouflaj/SIE)
• Star Wars: Squadrons (Motive Studios/Electronic Arts)
• The Walking Dead: Saints & Sinners (Skydance Interactive)

Miglior “Anticipated Game”:
• Elden Ring – From Software/Bandai Namco.
• Halo Infinite – 343/Xbox Game Studios.
• Horizon Forbidden West – Guerrilla Games/SIE.
• God of War Sequel – SIE Santa Monica/SIE.
• Resident Evil Village – Capcom.
• The Legend of Zelda: Breath of the Wild Sequel – Nintendo.

Miglior “Action”:
• DOOM Eternal (id Software/Bethesda)
• Half Life: Alyx (Valve)
• Hades (Supergiant Games)
• Nioh 2 (Koei Tecmo)
• Streets of Rage 4 (Dotemu)
Innovazione e Accessibilità
• Assassin’s Creed Valhalla (Ubisoft Montreal/Ubisoft)
• Grounded (Obsidian Entertainment/Xbox Game Studios)
• Hyperdot (Tribe Games/Glitch)
• The Last of Us Part II (Naughty Dog/SIE)
• Watch Dogs Legion (Ubisoft Toronto/Ubisoft)

Miglior “Action/Adventure”:
• Assassin’s Creed: Valhalla (Ubisoft)
• Ghost of Tsushima (Sucker Punch Productions/SIE)
• Ori and the Will of the Wisps (Moon Studios/Xbox Game Studios)
• The Last of Us Part 2 (Naughty Dog/SIE)
• Star Wars: Jedi Fallen Order (Respawn Entertainment/Electronic Arts)
• Spider-Man: Miles Morales (Insomniac Games/SIE)
Miglior “GDR”
• Genshin Impact (miHoYo
• Persona 5 Royal (Atlus)
• Yakuza: Like a Dragon (SEGA)
• Wasteland 3 (inExile Entertainment/Deep Silver)
• Final Fantasy VII Remake (Square Enix)

Miglior “Picchiaduro”:
• Granblue Fantasy Versus (Ark System Works)
• Mortal Kombat 11 (NeathrRealm Studio/WB Games)
• Street Fighter 5: Champion Edition (Capcom)
• One Punch Man: A Hero Nobody Knows (Spike Chunsoft/Bandai Namco)
• Under Night In-Birth Exe:Late[cl-r] (Ark System Works/French Bread)

Miglior “Gioco per Famiglie”:
• Animal Crossing: New Horizons (Nintendo)
• Crash Bandicoot 4: It’s About Time (Activision)
• Fall Guys (Devolver Digital)
• Mario Kart Live: Super Circuit (Nintendo)
• Minecraft Dungeons (Mojang/Xbox Game Studios)
• Paper Mario: The Origami King (Nintendo)
Miglior “Gioco Simulativo/Strategico”
• Crusader Kings III (Paradox Interactive)
• Microsoft Flight Simulator (Xbox Game Studios)
• Gears: Tactics (Xbox Game Studios)
• Desperados III (THQ Nordic)
• XCOM 2: Chimera Squad (2K Games)
Miglior “Gioco Sportivo”
• Dirt 5 (Codemasters)
• F1 2020 (Codemasters)
• NBA 2K21 (2K Games)
• FIFA 21 (Electronic Arts)
• Tony Hawk’s Pro Skater 1+2 Remastered (Activision)

Miglior “Gioco Multigiocatore”:
• Animal Crossing: New Horizons (Nintendo)
• Among Us (InnerSloth)
• Fall Guys (Devolver Digital)
• Call of Duty: Warzone (Activision)
• Valorant (Riot Games)
Miglior “Debut Game”
• Carrion (Phobia Game Studios)
• Mortal Shell (Cold Symmetry)
• Rajì: An Ancient Epic (Nodding Heads Games)
• Roki (Polygon Treehouse)
• Phasmophobia (Kinetic Games)
Content Creator of the Year
• Alanah Pearce
• Jay-Ann Lopez
• Nick “NICKMERCS” Kolcheff
• Timothy “TimTheTatman” Betar
• Rachell “Valkyrae” Hofstetter

Miglior “eSports Game”:
• Call of Duty: Modern Warfare (Activision)
• Counter-Strike: Global Offensive (Valve)
• Fortnite (Epic Games)
• League of Legends (Riot Games)
• Valorant (Riot Games)
Miglior “eSports Player”
• Ian “Crimsix” Porter (Dallas Empire, Call of Duty League)
• Heo “Showmaker” Su (Damwon Gaming, League of Legends)
• Kim “Canyon” Geon-bu (Damwon Gaming, League of Legends)
• Anthony “Shotzzy” Cuevas-Castro (Dallas Empire, Call of Duty League)
• Matthieu “ZywOo” Herbaut (Team Vitality, Counter-Strike: Global Offensive)

Miglior “eSports Team”:
• Damwon Gaming (League of Legends)
• Dallas Empire (Call of Duty League)
• G2 Esports (League of Legends)
• San Francisco Shock (Overwatch League)
• Team Secret (Dota 2)
Miglior “eSports Coach”
• Danny “zonic” Sorensen (Astralis, Counter-Strike: Global Offensive)
• Dae-hee “Crusty” Park (San Francisco Shock, Overwatch League)
• Fabian “Grabbz” Lohmann (G2 Esports, League of Legends)
• Lee “Zefa” Jae-min (T1, League of Legends)
• Raymond “rambo” Lussier (Dallas Empire, Call of Duty)

Miglior “Evento eSports”:
• BLAST Premier: Spring 2020 European Finals (Counter-Strike: Global Offensive)
• Call of Duty League Championship 2020 (Call of Duty: Modern Warfare)
• IEM Katowice 2020 (Counter-Strike: Global Offensive)
• 2020 League of Legends World Championship (League of Legends)
• 2020 Overwatch League Grand Finals (Overwatch)
Miglior “eSports Host”
• Alex “Goldenboy” Mendez
• Alex “Machine” Richardson
• Eefje “Sjokz” Depoortere
• James “Dash” Patterson
• Jorien “Sheever” van der Heijden

E per quanto rigurarda il premio più atteso della serata, ovvero “Il Game of the Year Award”:
• DOOM Eternal (id Software/Bethesda)
• The Last of Us: Part 2 (Naughty Dog/SIE)
• Ghost of Tsushima (Sucker Punch Produtions/SIE)
• Animal Crossing: New Horizons (Nintendo)
• Hades (Supergiant Games)
• Final Fantasy VII Remake (Square Enix)

Fateci sapere le vostre impressioni, sui premi e le uscite, noi vi diamo appuntamento al 2021, con la nuova edizione.

Riguardo l'Autore

Articoli

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.
Alessandro Rimaudo