Arte & Cultura

Torna con “Sarà successo” la cantautrice, polistrumentista e produttrice vittoriese Cassandra Raffaele

A tu per tu con Cassandra Raffaele. Molti la ricorderanno per la sua partecipazione al programma X Factor, da poco l’artista di origini iblee ha pubblicato il suo nuovo singolo, “Sarà successo”, un inno alla vita che da forza alle persone fragili, che nasconde anche un gusto retrò, data la produzione del tutto analogica firmata da Roberto Villa e da “L’Amor Mio Non Muore”.

Ma procediamo per gradi, conosciamo meglio Cassandra. Cantautrice, musicista, produttrice: figlia d’arte, siciliana d’origine, romagnola d’adozione, il suo background è un’esplosione di esperienze musicali che fanno di lei un’ artista dal temperamento naif e originale. Il suo primo album “La valigia con le scarpe”, datato 2014, è stato accolto con grande successo di pubblico e critica, e candidato alla Targa Tenco per la sezione “Miglior Opera Prima”. Dopo due lunghi tour di oltre 200 date in tutta Italia tra club, teatri, festival e aperture dei concerti di Elio e le Storie Tese, Alessandro Mannarino, Renzo Rubino e Mario Venuti, Max Gazzè, Brunori Sas, nel 2015 esce “Chagall”, secondo album che contiene importanti collaborazioni con Brunori Sas (La sirena e il marinaio), Elio e le storie tese ( Meditazione) e l’artista francese Nico and the Red Shoes (Il filo). Nell’inverno 2016-2017, concluso il tour Chagall in elettrico, con date in Italia e in Europa, ( Londra, Brighton, Berlino, Parigi ) Cassandra torna in tour con un progetto in solo denominato “In Loop” che verrà inserito dal MEI nella Super Live top 20 del mese di Febbraio.
Negli ultimi 3 anni, ha ha curato la direzione artistica di un arci club a Cesena, dividendosi tra la romagna e Londra, dove ha lavorato come art music creator. Ha iniziato a scrivere anche altri artisti italiani, come Marianne Mirage (In tutte le cose, Un’altra estate, L’ultima notte), prodotto e arrangiato il disco “Lolita Moon” del cantautore toscano Alfredo Marasti.  Ha partecipato alla quarta edizione di X Factor Italia in squadra con Elio. Ritorna, a 5 anni dall’ultimo disco, con il singolo “Sarà Successo”, prodotto da Roberto Villa per L’amor mio non muore, distribuito da Garrincha dischi.

Ecco come Cassandra racconta di essere tornata in scena dopo qualche anno di inattività, dando vita, tra l’altro, ad un brano che ha già ricevuto migliaia di ascolti: “Sono stata in quiescenza di scrittura in questi ultimi anni – racconta – Ho fatto molti viaggi, comprando almeno 10 taccuini, ma non avevo niente da dire. Nessuna necessità di farlo. Cosi ho fatto altro. Sono scesa dal palco e sono rimasta dietro le quinte della mia vita artistica italiana. Prodotto musica per altri, diretto rassegne, lavorato come ufficio stampa. Poi è arrivato il lockdown e il suo effetto trigger che ha toccato le mie corde più fragili. Mi ha spiazzato e appeso al muro, con tutte le mie paure, e a quel punto, ho perso i motivi per non commuovermi, a partire da ciò che creavo. Ho scritto Sarà successo di getto. Questa canzone è nata perché ne avevo bisogno io  in prima persona. E’ un brano di forza per quelli fragili, provati dalle avversità dell’esistenza. Ma è anche una canzone di miserevole e coraggiosa speranza, malgrado tutti e tutto”.

“Sarà successo” è un viaggio di ritorno in cui Cassandra fa confluire nel brano forza, fragilità e presa di coscienza senza mai dimenticare l’aspetto ironico che esperienze, vita e musica possano avere. Nasce così la volontà di farsi affiancare nel lancio del singolo da Antongiulio, un ragazzo nerd che è manifesto di un’originale operazione sui social dell’artista siciliana. Un outsider, che può essere chiunque di noi con aspirazioni e disagi, ma soprattutto sogni che trovano spesso forma in solitudine, dentro una stanza rifugio-laboratorio, dove la resilienza gioca un ruolo fondamentale. Mai arrendersi, e malgrado tutto, “sarà successo”.

La produzione di questo nuovo singolo è avvenuta grazie all’incontro con Roberto Villa, che per Cassandra pare essere stato fondamentale per la sua musica. “Mi ha fatto un gran bene” – racconta, – “Ho portato il mio provino a Roberto a “L’amor mio non muore”, e qui ha trovato forma plastica tra i  suoni dei piani verticali, i rhodes, la chitarra baritona e il calore dei banchi analogici. Questo studio è stato una scoperta meravigliosa, un rifugio, mentre galoppava la pandemia. Ma è stato anche come un ritornare bambina, quando seguivo mio padre che registrava. Roberto, un’artista e musicista dall’animo elegante e sensibile, ha rispettato il mio racconto e gli dato la perfetta ambientazione, con immagini sonore che sanno di momenti passati in famiglia, a casa mia, davanti al giradischi che canta”

Noi di 97100 facciamo un grosso in bocca al lupo a Cassandra ed al suo nuovo singolo, che ci insegna che nei momenti difficili può nascere sempre qualcosa di meraviglioso ed unico, che può essere di stimolo sia per le persone fragili, sia per chi è insicuro per fare il grande passo.

Riguardo l'Autore

Articoli

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.
Alessandro Rimaudo