Sport & Motorsport

La Virtus Kleb Ragusa ha battuto in casa la Virtus Cassino riprendendo la marcia nel  campionato di B di basket maschile

La Virtus Kleb Ragusa ha battuto in casa la Virtus Cassino riprendendo la marcia nel  campionato di B di basket maschile. I ragazzi di Antonio Bocchino sono saliti a quota 8 punti nel gruppone al terzo posto alle spalle di Bisceglie ed Agrigento. Precisi in area e letali in contropiede, i ragusani chiudono +17 il primo tempo. Spinti dalle triple di Sorrentino (21 punti, 4 su 6 dall’arco), con l’intensità difensiva sempre alta, i virtussini allungano nel terzo quarto, raggiungono il massimo vantaggio (+32) in avvio di quarto quarto per poi controllare il punteggio e congelare il successo.  «Sono contento della prestazione dei miei ragazzi – afferma Antonio Bocchino -. Siamo stati in partita sin dal primo quarto, non perdendo mai la lucidità né l’obiettivo da raggiungere. Venivamo dalla sconfitta a Sant’Antimo e in settimana abbiamo cambiato i piani di lavoro per arrivare a questo incontro per non fallire l’appuntamento. Ci sono delle cose da migliorare, sulle quali lavoreremo nei prossimi giorni, per permettere alla squadra di chiudere il cerchio. Testa alla prossima domenica, ancora in casa incontreremo Salerno e per noi sarà importante non arretrare la corsa». Anche la gara di domenica è in programma alle 16,30 al Pala Padua. Cassino che annovera tra le sua fila l’ex Karim Idrissou è partita forte. Moffa e Ly-Lee fanno il 5-0 che apre il match. I ragusani vengono tenuti in scia dalle conclusioni di Ianelli, poi spingono sull’asse Rotondo-Picarelli. Il lungo biancoblu si fa spazio sul pitturato per il 7-9 mentre Picarelli firma il pareggio (9-9 a 3’). La reazione dei ragazzi di coach Vettese è affidata a Ani che trova il canestro dalla lunga distanza ma Rotondo e ancora Picarelli portano per la prima volta la squadra i casa avanti nel punteggio. Nel finale del primo quarto Cassino approfitta di un piccolo blackout per riacciuffare i siciliani sul 20-20 ma poi subisce il nuovo affondo. Simon schiaccia il nuovo +5 alla fine del primo quarto. I ragusani chiudono ogni varco agli avversari e volano sul 50-33 alla pausa lunga. Nella ripresa Ragusa amministra.