Sport & Motorsport

Il Ragusa batte il Carlentini con il sesto goal di Luca Belluso in sei gare e prepara il derby esterno sul campo del Santa Croce

Il Ragusa batte il Carlentini con il sesto goal di Luca Belluso in sei gare ed ora prepara il derby esterno sul campo del Santa Croce. “Dobbiamo pensare solo a crescere e a giocare bene – afferma il tecnico Filippo Raciti -. Il Ragusa ha sostenuto un’altra prova di maturità contro una signora squadra, ben sistemata in campo, capace di chiudere tutti gli spazi. Noi avremmo dovuto essere più cinici, per cercare di chiuderla dopo che si era sbloccato il risultato. Si sono creati più spazi e potevamo giocare meglio. Comunque, va bene così. Sono tre punti che servono e parecchio in questa fase”. “Dedichiamo questa rete – afferma Belluso – a Simone Marfella che è dovuto uscire dal campo a causa di un infortunio. Gli auguriamo di rimettersi presto in sesto perché dovrà darci una mano nelle partite più complesse che abbiamo ancora da sostenere”. Il direttore generale Alessio Puma commenta così il match: “Ho visto un gruppo molto coeso, che si aiuta parecchio. E mi è piaciuto molto quando, dopo il gol, sono andati tutti a rincuorare Marfella. Significa che c’è una identità di squadra e, soprattutto, spirito di appartenenza”.
Si è interrotta contro la Leonzio la striscia positiva del Santa Croce. Mister Lucenti le ha provate tutte, ma, è stato condizionato dagli infortuni di Floridia e di Voi. “La gara l’abbiamo persa immeritatamente – dice Gaetano Lucenti – Con tutto il rispetto per i nostri avversari, loro l’hanno giocata mettendola sotto l’aspetto fisico, mentre noi abbiamo tenuto il pallino del gioco per lunghi tratti. Noi però abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla gara contro l’Acicatena, soprattutto, sotto l’aspetto della costruzione del gioco e siamo stati meno ordinati. Resta il fatto comunque che prendere gol dopo due minuti di gioco per una nostra disattenzione, ha condizionato fortemente la nostra gara”.
Seconda sconfitta casalinga consecutiva per la Virtus Ispica al “Consales” dove sono tornati i tifosi il Siracusa ha vinto con un gol per tempo.