Eventi & Spettacolo

“A Cresta Alta”, l’evento musicale in ricordo di Antonio Giacchino sabato 7 maggio al City di Ragusa

Ricordo di un caro amico, beneficenza e tanta buona musica: questi sono i 3 ingredienti principali di cui si compone “A Cresta Alta”, evento musicale che si terrà sabato 07 maggio, dalle 18:00, presso Il Parco City di Ragusa, dedicato ad Antonio Giacchino, scomparso circa 7 mesi fa per una rara malattia. Ma chi era Antonio? Ce lo racconta Peppe Costante (dagli amici conosciuto come 3000), uno dei dei suoi migliori amici nonchè tra i tre organizzatori principali:

“É sempre difficile scrivere, in poche semplici righe, di una persona e del ruolo che essa ha coperto e copre nel cuore di chi è rimasto, soprattutto se quest’ultima aveva un’anima talmente bella ed affascinante da entrare subito in empatia con chiunque. Ecco, Antonio era questo. Un’anima pura. Sempre disposto a dare una mano e sempre presente, nonostante la grande distanza geografica che lo divideva dagli amici di sempre e dalla sua famiglia. Ma Antonio era anche molto di più, era più complesso. Era un grande uomo, un fantastico fidanzato, un figlio ed un fratello che fungeva da pilastro per gli amici e la famiglia”. Continua Costante: “Antonio era anche un grandissimo musicista. Era un bassista, e curiosità vuole che il bassista, all’interno di una band, sia proprio il pilastro nell’architettura musicale, e che con la sua band, i “Blatoidea”, ha suonato in giro per il mondo, Usa, Europa, Giappone, e
altrove, calcando palchi di festival anche prestigiosi, aprendo addirittura a band che da adolescenti ascoltavamo in macchina, in un periodo in cui la musica digitale non era sempre alla portata di tutti e dove, per trovare nuovi ascolti, dovevi trascorrere ore ed ore alla ricerca della band giusta nei negozi di dischi. Proprio per questo motivo abbiamo trovato naturale, ed in linea con il suo pensiero, creare un festival musicale con band locali con cui rendere omaggio all’incredibile vita di questo fantastico amico. La sua vita è stata incredibile! Antonio si faceva notare non tanto per la sua cresta colorata in una città che era la Ragusa dei primi anni 2000, ma perché ha sempre avuto il coraggio di fare ciò che gli piaceva. Ed è una cosa che molte persone, in tutta la loro vita, non riescono a trovare, ottenendo come risultato un senso di vuoto derivante dalla sensazione di aver sprecato il loro tempo in modo sbagliato”.

“Questo suo coraggio – prosegue Costante – la sua sensazione di appagamento per quello che faceva, ritornava, a mio avviso, sulla sua pelle sotto forma di energia che lo avvolgeva fisicamente e che trasmetteva attraverso il suo incredibile sorriso. Quindi, se ti avvicinavi ad Antonio, restavi in qualche modo colpito e rapito da lui, perché era una persona semplicissima ma allo stesso tempo piena. Soddisfatta dei suoi piccoli e grandi traguardi. Soddisfatta della sua vita e di tutto quello che ha vissuto. Ovviamente aveva tantissimi obiettivi, ma, proprio per questo motivo, io non credo che lui volesse essere commemorato con un minuto di silenzio, ma al contrario con un minuto di “casino”. Perché lui era pura vitalità. E come tale vorrebbe che tutti noi vivessimo appieno la nostra vita”.

Abbiamo prima accennato che purtroppo Antonio è scomparso per una rara patologia. Si trattava di una malattia autoimmune, di cui si sa attualmente troppo poco, la Dermatomiosite, e che per via della natura della sua unicità ha un piano terapeutico, ed il relativo trattamento, molto limitato. Per questo motivo entriamo in gioco noi, i suoi amici. La famiglia di Antonio e tutti gli amici hanno raccolto con una prima campagna di FundRaising ben il 733% in più della somma richiesta. Cifra che è stata devoluta attraverso il portale Justigiving.com ad un ente benefico, il Myositis UK, che lavora alla ricerca della malattia di cui ha sofferto Antonio.
“A cresta alta” è stato organizzato e voluto dagli amici e da chi ha incontrato Antonio. Sabato 7 maggio 2022 sono giusto tre giorni prima del compleanno di Antonio e, dalle 18 partirà la rassegna musicale, come detto, al City di Ragusa.
È incredibile come così tante anime si siano messe in gioco e a disposizione per far sì che questo evento potesse vedere la luce. Circa una settantina le persone che hanno aderito a titolo totalmente gratuito, alla causa. Nomi come Onorata Società, Piero Pizzo dei Baciamolemani, The Shameless, i Partinico Rose, When Noise Collides, Diviola Minimale ed i Tir Na Nog. Ed ancora Omissis, The Forma Mentis e gli OrangJuiz. Gruppi che spaziano dal reggae alla musica metal, dal rock alla musica celtica.
Inoltre, ci sarà anche un dj set a cura di Bruna Natoli, Andrea Marchese “Uovo”. Verrà allestito anche un angolo food gestito da Giuseppe Stracquadanio ed i ragazzi del Prima Classe, mentre l’angolo beveraggi sarà a cura di Doride Stefanini ed i ragazzi dello Spazio87. Il service invece è curato da Jorge Blengino.

Non posso non menzionare gli altri due Co-organizzatori, Bruna Natoli (curatrice di Lebowski Music Network e della blogzine The Clerks) e Dario Guastella (co-founder di Maniacreativa), che rispettivamente sono il braccio destro e sinistro per la riuscita e la realizzazione di questo Festival.
Tutto il ricavato sarà devoluto in beneficenza al Myositis UK.

Riguardo l'Autore

Articoli

33 anni, fin da bambino mi sono appassionato a cartoni, anime, giochi, videogiochi, film e serie TV e da allora questa passione non mi ha più abbandonato. Grazie alla gente che ho incontrato lungo il mio percorso e confrontandomi con loro, ho capito che questa cultura può essere alla portata di tutti e che la fantasia e la creatività possono davvero fare la differenza in ognuno di noi.