Sport & Motorsport

Prima vittoria interna stagionale per il Ragusa, quinto in classifica

Ragusa. Prima vittoria interna stagionale per il Ragusa che sale in quinta posizione in classifica. A decidere il match un gol di Randis, al terzo sigillo consecutivo. Contro il Sant’Agata il Ragusa coglie la seconda vittoria di fila dopo quella del turno infrasettimanale sul campo del Paternò, soffrendo solo nei primi dieci minuti mentre nel secondo tempo è uscito fuori alla distanza approfittando anche del nervosismo, apparso ingiustificato, degli ospiti che hanno lasciato campo agli azzurri che nel finale avrebbero potuto raddoppiare se solo fosse stato più preciso nelle ripartenze. La difesa di casa nel corso dell’incontro non ha corso pericoli se si esclude il palo iniziale colpito da Squillace. Le azioni ospiti, infatti, si sono fermate contro il muro dei centrali ragusani, anche se il reparto era privo di ben tre titolari. Come detto, comunque, non è stata una passeggiata perché gli ospiti, in particolare nel primo tempo, hanno cercato il gol, anche se sono mancati nella finalizzazione. La prova di ieri ha permesso al tecnico Filippo Raciti di avere la conferma che cercava, visto che gli azzurri hanno saputo soffrire nei momenti più difficili. Il primo sussulto è del San’Agata che all’8’ con Squillace, servito da un cross di Brunetti, lascia partire un tiro al volo che prima trova Busà alla respinta e poi il palo. Al 15’ Grasso, ancora una volta tra i migliori, mette in mezzo da destra e trova la deviazione di Monteiro che costringe al miracolo Curtosi che si salva in angolo. Al 30’ palla in mezzo di Meola, sulla sfera arriva Napoli che tira di sinistro ma il palo ed il portiere dicono no. Al 32’ il Ragusa reclama un rigore per il braccio di Demoleon su tiro di Grasso. L’arbitro lascia proseguire ed ammonisce Raciti per proteste. Nella ripresa sale in cattedra il Ragusa, dopo una partenza vivace degli ospiti e poco prima della mezzora passa in vantaggio in un momento di stasi del match. A mettere la palla al centro è Napoli che trova sul secondo palo Randis che si accartoccia e gira in rete di testa nell’angolo alla destra del portiere ospite per il vantaggio che vale i tre punti. Da questo momento in campo c’è solo il Ragusa visto che gli ospiti accusano il colpo per l’inatteso svantaggio. Il Ragusa potrebbe chiudere così il match ma il due a zero non arriva visto che dopo un paio di ripartenze condotte da Cess, quest’ultimo sbaglia l’ultimo passaggio. Anche Catalano ha avuto sui piedi la palla per chiudere il match ma ha tirato debolmente. Nel finale palla gol anche per Laplace ma l’argentino non trova l’appuntamento con la sfera. Finisce così con la squadra azzurra che ringrazia i tifosi della tribuna A mentre gli ultras hanno ancora una volta disertato lo stadio.