Altri due appuntamenti di richiamo sabato e domenica prossimi al Teatro Badia di Ragusa. Sul palcoscenico di corso Italia 103, si comincia sabato 9 marzo con il Teatro di relazione. Saranno le attrici Giuseppina Vivera, Lella Lombardo e Cristina Gennaro a portare in scena “Tre donne e un cherubino” tratto dall’opera teatrale “Scomparsa di un cherubino” di Aldo Nicolaj. L’appuntamento è per le 21. L’ingresso è 10 euro compreso il piccolo rinfresco che seguirà subito dopo. Per prenotazioni è possibile rivolgersi al 333.4183893. Protagonisti tre personaggi femminili moderni alle prese con un giallo. Il tema trattato riguarda la violenza domestica in modo assolutamente ironico e inconsueto.Un appuntamento destinato a far riflettere che, non a caso, sarà proposto proprio a ridosso della giornatadedicata alle donne. Ma si prosegue anche domenica 10 marzo. Infatti, alle 18,30, ingresso sempre 10 euro, per la rassegna “Ragusa ride”, la compagnia “Arte-Fatti” di Palazzolo Acreide porterà in scena la commedia brillante “L’Eredità dello zio Silvio”. Si cambia completamente registro, dunque. E sarà dato spazio al teatro comico. La trama? L’onorevole Grasso, noto personaggio del mondo politico, viene trovato morto a seguito di una folle notte d’amore con una escort, la quale chiamerà per prima i soccorsi. In primo piano una grossa eredità contesa con tanti colpi di scena e gag esilaranti. Un testo brioso di Federica Susini, per la regia di Salvo Saitta, ripresa da Paolo Ferla. Prenotazioni su piantina al 333.4183893. “Due modi differenti di vivere il teatro – sottolinea il direttore artistico della Badia, Maurizio Nicastro – ma con la consapevolezza di dare sempre il massimo al nostro pubblico. Un’offerta variegata che non mancherà di solleticare il palato degli intenditori e di chi vuole trascorrere qualche ora in allegria e spensieratezza”.

Articoli